Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP dell'Emilia Romagna

F1 | Norris: “Ora McLaren segue le mie indicazioni per lo sviluppo”

Dopo l'addio di Daniel Ricciardo al termine della scorsa stagione, Lando Norris ritiene che ora la McLaren si affidi maggiormente a lui per lo sviluppo delle vetture rispetto al passato. Inoltre, secondo il britannico l'arrivo di Oscar Piastri come compagno di squadra ha fornito nuovi stimoli, spronandolo in pista più di quanto non avesse fatto Ricciardo negli ultimi due anni.

Lando Norris, McLaren, sulla griglia di partenza

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sembrano passati solo pochi anni da quel debutto nel 2019, ma ormai Lando Norris è già giunto alla sua quinta stagione da pilota ufficiale McLaren, un lasso di tempo in cui ha avuto modo di accumulare esperienza e di confrontarsi con piloti del calibro di Carlos Sainz e Daniel Ricciardo.

Dopo l’addio dell’australiano, nel 2023 Norris ha preso il ruolo di leader e di pilota più esperto del team, dato che al suo fianco è arrivato l’esordiente Oscar Piastri, al suo primo anno nella massima categoria.

Sebbene McLaren abbia iniziato questo campionato con una vettura che non aveva raggiunto gli obiettivi di sviluppo prefissati per l’inverno, pian piano stanno iniziando ad arrivare aggiornamenti che dovrebbero correggere i punti deboli della MCL60. La monoposto inglese mal digerisce le alte temperature, le curve ad ampio raggio e, come spiegato dal Team Principal, le fasi in cui i piloti non sono né sull’acceleratore né sul freno.

Lando Norris, McLaren MCL60, Oscar Piastri, McLaren MCL60

Lando Norris, McLaren MCL60, Oscar Piastri, McLaren MCL60

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

A Baku è arrivato un nuovo fondo e altre piccole novità che hanno fornito i primi riscontri positivi, anche se la tappa di Miami ha nuovamente messo in mostra tutte le debolezze della monoposto, segnale che c’è ancora molto da lavorare.

Norris ha rivelato la sua convinzione che la McLaren stia ascoltando maggiormente le sue indicazioni e i suoi feedback rispetto al passato grazie all’esperienza accumulata in questi anni.

Quando gli è stato chiesto di parlare delle dinamiche di lavoro con un compagno di squadra esordiente e di come ci si senta a essere il veterano a Motorsport.com, il britannico ha spiegato: "È una bella sensazione. Come ci si sente? Onestamente, come risposta sincera, non è molto diverso”. 

"Penso che il modo in cui ho lavorato l'anno scorso, e come ho lavorato con Daniel, non sia troppo diverso. Non cambiano molte cose. Si affidano a me un po' di più perché so come eravamo negli anni precedenti, per vedere lo sviluppo dall'anno scorso a quest'anno e cose del genere”. 

Il fondo rivisto della Mclaren MCL60

Il fondo rivisto della Mclaren MCL60

Photo by: Giorgio Piola

 "Ma a parte questo, entrambi diamo la nostra versione sui feedback e di ciò che sta accadendo alla macchina, e di ciò che vogliamo dalla macchina, il che è molto simile.  Non direi che abbiamo lo stesso stile di guida, ma i nostri commenti e le nostre lamentele sono generalmente sempre gli stessi. Quindi, credo che sia una buona cosa”, ha raccontato Norris. 

Norris ha anche affermato che Piastri è "molto veloce” e che "probabilmente mi ha spronato un po' di più rispetto agli ultimi due anni", un chiaro riferimento alle difficoltà incontrate da Ricciardo nell’adattarsi alle caratteristiche delle vetture realizzate dalla McLaren, se non per qualche sporadico segnale di luce, come la vittoria di Monza nel 2021.

"[Piastri] È un ragazzo adorabile, con i piedi per terra, un ragazzo normale, un gran lavoratore e così via. Quindi, è bello, divertente. Diverso, credo, da Daniel, ma comunque divertente", ha poi aggiunto il britannico.

 

Leggi anche:

 

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Ferrari: Monaco senza novità, ma la sospensione è nel bilico
Prossimo Articolo F1 | Haas festeggia 150 GP: “Molti pensavano che non ce l’avremmo fatta"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia