Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP dell'Emilia Romagna

F1 | Norris: "McLaren veloce, ora servono solo piccole modifiche"

Norris ha chiuso la seconda sessione di libere fuori dalla top ten, ma nutre grande fiducia per quello che può essere il potenziale della McLaren a Imola. Guardando il passo sulla lunga distanza e il ritmo del compagno di squadra, Norris crede che la MCL38 non abbia bisogno di grandi modifiche e che sia in un'ottima posizione per lottare davanti.

Lando Norris, McLaren MCL38

A prendersi le prime pagine e gli onori dalla giornata di apertura del weekend a Imola è la Ferrari, che ha centrato il miglior tempo in entrambe le sessioni di libere del venerdì. Tuttavia, alle spalle della squadra di Maranello c’è un altro team a cui bisogna prestare particolare attenzione, ovvero la McLaren.

Oscar Piastri ha chiuso in seconda posizione a circa due decimi da Charles Leclerc, pilota di riferimento della giornata, ma ciò che ha impressionato maggiormente non è tanto il ritmo mostrato sul giro secco, bensì il passo gara. Chiaro che su un circuito come quello di Imola, molto stretto e in cui non è semplice riuscire a mantenersi a una distanza ridotta dalla vettura che precede, la qualifica assume un ruolo molto importante, ma sul passo la MCL38 aggiornata sembra aver dato indicazioni interessanti.

Piastri ha effettuato un bel run sulla hard, mentre Norris si è dedicato alla media, quantomeno prima di trovare del traffico verso la fine del suo stint che hanno fatto alzare i tempi. Proprio il britannico si è detto fiducioso per il resto del weekend nonostante non sia riuscito a ottenere un buon tempo in FP2, dato il dodicesimo posto finale.

Lando Norris, McLaren MCL38

Lando Norris, McLaren MCL38

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Al di là della posizione in classifica, tuttavia, le sensazioni in macchina e il riferimento del compagno di casacca danno fiducia: “Penso che sia stata una buona giornata. La FP1 è stata un po’ confusionaria, abbiamo fatto delle prove aerodinamiche, poi abbiamo avuto alcuni piccoli problemi, quindi non è stata la giornata più semplice dell’anno”, ha commentato Norris, che in FP1 si è accollato il lavoro di raccolta dati per gli ingegneri montando sulla propria vettura i classici rastrelli per ricavare i numeri utili a valutare il comportamento del pacchetto introdotto a Miami, dove con una sola sessione di libere non vi era il tempo di fare test approfonditi.

“Ma abbiamo fatto ottimi step dalla prima alla seconda sessione di libere, ero a mio agio, mi sono sentito bene in macchina. Credo che siamo in una buona posizione, anche se oggi c’era tanto vento. In generale, è stata una giornata positiva, un buon inizio del weekend”.

Norris sembra molto fiducioso del potenziale della McLaren, cosa che non accade spesso, dato che il pilota inglese ha la tendenza a nascondersi nella prima parte del fine settimana, per poi uscire nel resto del weekend.

“Per la qualifica dobbiamo comparare i dati nei confronti di Ferrari, Red Bull e Mercedes, perché anche loro sembrano veloci, in modo da capire dove siamo nei loro confronti. Ma per ora sembriamo veloci, siamo in una buona posizione, credo che non dobbiamo cambiare molto, solo fare piccole modifiche e mettere insieme tutti i pezzi”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Ferrari sogna, McLaren consolida e Red Bull pasticcia
Prossimo Articolo F1 | Le novità fanno sorridere i piloti Mercedes: "Siamo molto più vicini"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia