Motorsport in lutto: è morto Guy Ligier

L'ex proprietario dell'omonimo team di F1 è deceduto poche ore fa all'età di 85 anni

Il mondo della Formula 1, ma più in generale del Motorsport, è in lutto: da poche ore è infatti deceduto Guy Ligier, ex proprietario dell'omonimo team che ha avuto il maggior successo negli anni 80. Il francese è morto all'età di 85 anni.

Ligier, prima di dedicarsi al motorsport, aveva iniziato con estremo successo la carriera da giocatore di rugby, raggiungendo un livello internazionale. Successivamente si è poi dedicato alle vetture da corsa, gareggiando con Porsche, Cooper-Maserati e Brabham-Repco negli anni 60.

Il suo miglior risultato come pilota è stato l'ottavo posto colto nel Gran Premio di Germania del 1967, cogliendo un punto perché due vetture arrivate davanti a lui, per regolamento, non avrebbero potuto prenderne nonostante il miglior piazzamento. 

Dopo la morte dell'amico Jo Schlesser divenne proprietario di un team nel 1968, costruendo la prima vettura, la JS1, dedicata alla memoria di quest'ultimo. Il grande passo riuscì a compierlo nel 1974, comprando i beni del team Matra ed entrando in Formula 1 nel 1976. Appena un anno più tardi arrivò il primo successo, conquistato da Jacques Laffite.

Il suo team di Formula 1 vinse in tutto 9 Gran Premi, ma a fine anni 80 perse gradualmente competitività, sino a essere ceduto a Cyril de Rouvre nel 1992. L'ultimo copo di coda del team è avvenuto al Gran Premio di Monte-Carlo di quattro anni più tardi, con il transalpino Olivier Panis che riuscì a conquistare una vittoria incredibile. In quella gara arrivarono al traguardo solo quattro vetture e Panis tagliò il traguardo per primo.

L'anno successivo il team venne venduto ad Alain Prost, il quale denominò poi il team con i proprio cognome. la Prost Grand Prix corse dal 1997 al 2001, per poi sparire definitivamente.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie