Lauda: "Pressione? Dipende da quando viene rilevata"

Quella della Mercedes di Hamilton era inferiore ai valori richiesti. Sull'investigazione: "Prima volta che succede"

Niki Lauda è parso piuttosto perplesso riguardo all'investigazione cui è stata sottoposta la Mercedes subito dopo il Gp d'Italia. Secondo i commissari, infatti, le presioni delle gomme delle Frecce d'Argento erano inferiori a quelle raccomandate dalla FIA per conto della Pirelli. Ora quindi si tratta di capire se ci potranno essere delle sanzioni o meno a riguardo.

Secondo Lauda quello che è fondamentale è chiarire il momento in cui deve essere fatta questa rilevazione: "Il meccanico della Mercedes ed il rappresentante della Pirelli controllano sempre le pressioni. Dipende tutto da quando viene fatta la rilevazione: se viene effettuata quando sono state portate via le termocoperte, è normale che sia un po' più bassa perché la gomma è più fredda. Adesso dipende tutto dai commissari".

Riguardo alla possibilità di vedere la Mercedes privata della vittoria di Lewis Hamilton, non si è voluto sbilanciare: "Non lo so, è la prima volta nella mia vita che mi trovo di fronte ad un problema di questo tipo legato alla pressione delle gomme".

Quando poi gli è stato chiesto se le pressioni erano più basse per ottenere un vantaggio, Niki è stato categorico: "Giuro di no!" ha detto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio d'Italia
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Monza
Piloti Lewis Hamilton , Niki Lauda , Nico Rosberg
Team Mercedes
Articolo di tipo Commento