Vettel: "Il più bel secondo posto della mia vita"

condivisioni
commenti
Vettel:
Di: Matteo Nugnes
06 set 2015, 16:21

Sull'investigazione della Mercedes ha aggiunto: "Ormai cambia solo per i punti, non si può rifare il podio"

Second place Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari festeggia il secondo posto sul podio
Sebastian Vettel, Ferrari e Jenson Button, McLaren mentre osservano un minuto di silenzio in memoria di Justin Wilson
Romain Grosjean, Lotus F1 Team Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF15-T

Sebastian Vettel si è guadagnato il suo primo podio da pilota Ferrari a Monza. Dopo la grande performance delle qualifiche di ieri, forse avrebbe anche sperato in una vittoria, ma la Mercedes e Lewis Hamilton sono stati troppo forti per la sua SF15-T, quindi si è dovuto accontentare del secondo posto.

Una piazza d'onore che comunque ha avuto un sapore davvero speciale: "Dal punto di vista emotivo vale quasi più di una vittoria. Ho anche vinto un paio di volte qui a Monza ed oggi è stato un po' come rivivere il successo del 2008 a livello di emozioni. E' il mio primo podio in Italia con la Ferrari ed è un risultato importante. Forse è il più bel secondo posto della mia carriera ed è un'emozione che mi porterò dietro per tutta la vita. Per questo voglio ringraziare anche tutti i tifosi, perché ci hanno fatto sentire un grande sostegno nell'arco di tutto il weekend".

Parlando della gara poi ha riconosciuto la superiorità di Lewis: "Oggi abbiamo dato tutto e dopo qualche giro ero convinto che avrei potuto provare a colmare il gap, ma poi Hamilton era semplicemente più veloce ed è stato più regolare in entrambi gli stint. Comunque mi ero infilato tra le due Mercedes e credo che anche senza il problema di Rosberg sarei riuscito a chiudere le gara davanti a lui. Purtroppo non so cosa sia successo a Raikkonen alla partenza, ma è un peccato che non siamo potuti rimanere in due a battagliare davanti".

Sui risultati però pende l'investigazione a cui è stata sottoposta la Mercedes per non aver rispettato le pressioni consigliate delle gomme. Per Seb però vincere a tavolino non farebbe una gran differenza: "Lo so, ma ad essere onesti ormai è una questione di punti, perché non si può ripetere il podio e quello che sarebbe stato salirci da vincitore. Resta comunque una bellissima giornata per noi, anche se Hamilton è stato velocissimo in pista. Tutto gli altri discorsi non dipendono da me o da Lewis".

Prossimo articolo Formula 1
Arrivabene: "Squadra unita. E non muore mai!"

Articolo precedente

Arrivabene: "Squadra unita. E non muore mai!"

Prossimo Articolo

Kimi: "In partenza ho fatto sempre le stesse cose"

Kimi: "In partenza ho fatto sempre le stesse cose"
Carica commenti