Rosberg: "Non poteva andare peggio"

La power unit ha tradito Nico a pochi giri dal termine ed ora si ritrova ad oltre 50 punti da Hamilton

Nico Rosberg è senza dubbio il grande deluso del Gp d'Italia. La rottura della power unit Mercedes arrivata a pochi giri dal termine potrebbe aver messo la parola fine alla sua caccia iridata. E' vero che 53 punti non sono ancora una sentenza, ma recuperarli al Lewis Hamilton di questa stagione sembra davvero difficile.

Ma questo weekend non gli ha sorriso fin dall'inizio, obbligandolo a tornare ad utilizzare la vecchia power unit, che poi in gara lo ha tradito proprio quando sembrava in grado di impensierire il secondo posto di Sebastian Vettel.

"E' stato proprio brutto. Il weekend era già andato abbastanza male, ma il motore si è rotto proprio quando pensavo di poter attaccare Vettel, perché le sue gomme erano già abbastanza consumate e io invece avevo trovato un buon ritmo. Non poteva andare peggio" ha detto a caldo Nico.

Anche alla partenza ha dovuto evitare Raikkonen che era rimasto fermo sulla sua piazzola: "Kimi è rimasto proprio bloccato. Non so cosa gli è successo, ma anche quello mi ha fatto perdere parecchio tempo, perché ho dovuto girare intorno alla sua macchina alla partenza".

La situazione nel Mondiale ora si fa davvero complicata: "Il campionato ora è molto difficile, ma io continuerò a lottare come ho sempre fatto fino ad oggi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio d'Italia
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Monza
Piloti Nico Rosberg
Team Mercedes
Articolo di tipo Gara