Hamilton: "Aiutare Rosberg? Non me l'hanno chiesto"

Lewis ha detto chiaramente che nonostante il Mondiale già in tasca vuole vincere anche gli ultimi 3 Gp

Sono passati appena pochi giorni dalla conquista del suo terzo titolo iridato di Formula 1, il secondo consecutivo, ma Lewis Hamilton non sembra avere ancora intenzione di mollare la presa sulla stagione 2015. Il pilota della Mercedes, infatti, ha chiarito subito che il suo obiettivo è provare a vincere anche le ultime tre gare.

Anzi, stupisce che un festaiolo come il britannico abbia raccontato di non aver festeggiato più di tanto dopo la gara di Austin, preferendo iniziare a concentrarsi subito sul Gp del Messico di questo fine settimana.

"Sono felice di essere qui, gli ultimi giorni sono stati rilassati, non ho fatto grandi feste perché sapevo che dopo pochi giorni sarei dovuto venire qui per questa gara. Mi rifarò alla fine della stagione. Ancora quasi non credo sia vero aver vinto il terzo titolo della carriera, ma da ieri ho iniziato a pensare alla gara che deve venire. Ci sono ancora tre Gp e attaccherò al massimo per vincerli. Quest'anno ho vinto 10 gare, voglio continuare così" ha detto Lewis durante la conferenza stampa che ha aperto il weekend di Città del Messico.

Quando gli è stato chiesto se ha discusso con Nico Rosberg di quanto accaduto alla prima curva in Texas, quando ha portato fuori traiettoria il compagno di squadra, ha risposto: "No, non credo che fosse il caso, alla fine il team aveva già vinto il Costruttori". Poi ha aggiunto che per ora non gli è stato chiesto di aiutare il tedesco nella lotta per il secondo posto nel Mondiale: "Non me l'hanno chiesto, vediamo se Toto Wolff me lo chiederà nei prossimi giorni".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio del Messico
Circuito Autódromo Hermanos Rodríguez
Piloti Lewis Hamilton
Articolo di tipo Commento