Bottas: "Raikkonen? Non c'è niente da spiegare"

Il finlandese pensa che il duello con la Ferrari sia da ritenere un normale incidente di gara

Il contatto tra Raikkonen e Bottas è stato certamente l'eveto più emozionante di un Gran Premio del Messico avaro di colpi scena. Dopo il duro contatto tra i due avvenuto nel corso dei giri finali del Gran Premo di Sochi, oggi si è assistito alla replica a parti inverse, con Raikkonen costretto al ritiro.

Bottas ha fornito il suo punto di vista sullo scontro con il connazionale: "E' un peccato che sia andata a finire così, ma queste sono le gare. Sicuramente è stato un contatto violento, ma è stata solo una sfortunata coincidenza che ci siamo nuovamente scontrati tra di noi. Non c'è nulla da aggiungere, stavamo semplicemente combattendo".

Il pilota della Williams ha voluto evidenziare le sue ragioni: "Normalmente, in situazioni simili, c'è spazio per entrambe le vetture. Certamente io non alzo il piede quando sto lottando per conquistare una posizione. Ho pensato che ci fosse abbastanza spazio per tutti e due, ma non è andata nel verso giusto. Io ero all'interno e non avevo spazio per poter affrontare la curva".

Bottas ha poi speso parole di elogio per la strategia adottata dal team: "La chiamata dal box è stata un'ottima mossa. Le gomme medie hanno funzionato al meglio. Ho visto Kvyat negli specchietti scivolare nell'ultima curva e l'ho passato. Abbiamo fatto una grande gara e soprattutto abbiamo adottato una grande strategia".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio del Messico
Sub-evento Gara domenicale
Circuito Autódromo Hermanos Rodríguez
Piloti Valtteri Bottas
Team Williams
Articolo di tipo Commento