Mercedes: superiorità straripante che fa già discutere

Su una pista tortuosa come l'Hungaroring c'è chi pone dei dubbi sul dominio della power unit delle frecce nere. La W11 ha conquistato la prima fila con Hamilton e Bottas anche con una perfetta gestione delle gomme.

Mercedes: superiorità straripante che fa già discutere

Le indicazioni di venerdì sono state confermate. La Mercedes ha fatto il vuoto alle sue spalle, dall’alto di una superiorità assoluta che non era così scontata sui 4.381 metri dell’Hungaroring.

Nelle valutazioni di giornata va tenuto conto anche del weekend ‘no’ della Red Bull, ma davanti alle due W11 viste oggi diventa difficile immaginare uno scenario con degli avversari in grado di impensierire Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Distacchi abissali (1 secondo sulla prima Racing Point, 1”3 sulla prima Ferrari) considerando la lunghezza della pista, confermati in tutti i settori dell’Hungaroring.

Nessuno stress, quando si è trattato di montare le gomme medie in Q2, così come quando è arrivato il momento di lottare per la pole position. In modalità ‘strat2’, ovvero la mappatura più estrema della power unit di Brixworth, i tempi sono calati ulteriormente di circa otto decimi, nel caso di Hamilton, ed un secondo con Bottas. Il finlandese ha anche sperato nel colpaccio, grazie ad un terzo settore strepitoso, ma alla fine a fare la differenza è stato un decimo a favore di Hamilton.

Era da tempo che non si vedeva una Mercedes così autoritaria ed ovviamente aspettiamoci reazioni da parte degli avversari diretti. Sembra di essere tornati indietro nel tempo, quando a destare curiosità e sospetti era il famoso ‘bottone magico’, mentre oggi il grande interrogativo degli altri motoristi è come possa la Mercedes avere fatto un salto in avanti così poderoso nonostante le restrizioni introdotte in merito al consumo di olio, che ha portato a 0,3 kg (dai 0,6 del 2019) la quantità a disposizione ogni 100 chilometri.

Quando un team domina, è nella natura delle corse che spuntino sospetti, e le battute nel paddock si sprecano: “Avrebbero potuto fare a meno di costruire la monoposto 2020”, in riferimento alla performance della Racing Point, o “con le fumate di olio che abbiamo visto i 300 grammi di olio dovrebbero essere già finiti dopo pochi chilometri”.

Ci sta, fa parte del mondo delle corse, ma senza interventi da parte della FIA restano commenti e speculazioni. C’è anche però chi sottolinea che vantaggi di questa entità normalmente emergono quando la gestione delle gomme è perfetta, un fronte sul quale il DAS sarebbe uno strumento (ed una fonte di informazioni) incredibilmente utile per lo sfruttamento perfetto degli pneumatici , ed in effetti le gestione delle gomme è stata tirata in ballo anche nell’analisi della superpole di Hamilton a Spielberg.

Toto Wolff ha tagliato corto, motivando la superiorità mostrata dalle sue monoposto anche con condizioni ambientali favorevoli.
“Le temperature più basse sono congeniali al funzionamento del nostro pacchetto”, ha commentato il team principal della Mercedes, ma quando poi gli è stato detto di commentare le parole pronunciate ieri da Mattia Binotto in merito al peso che hanno avuto le nuove direttive FIA sulla power unit Ferrari è uscito allo scoperto:
“Sono caz...te, esiste una chiara regolamentazione sulle power unit, ci sono stati chiarimenti ad Austin (nel 2019) su cosa è permesso fare o cosa no, ma nulla di sorprendente, era già chiaro. Penso che l'ironia di questa storia sia che alcuni dei nostri avversari ci hanno spinto a livelli assolutamente nuovi. La scorsa stagione ci ha portato quasi all’esaurimento, abbiamo dato tutto per sviluppare e innovare in modo da essere competitivi, ed eccoci qui. Penso che abbiamo fatto un notevole balzo in avanti rispetto al 2019 e questo per me è un po’… ironico”.

Gli ingredienti per una seconda parte di estate particolarmente ‘calda’ ci sono tutti, ma nell’immediato l’attenzione della Mercedes è sulla gara di domani.
“Finora tutto è andato per il meglio – ha spiegato il capo degli ingegneri di pista. Andrew Shovlin – e non vediamo l'ora che arrivi la gara domani, ma non diamo nulla per scontato; è probabile che possa esserci una pioggia intensa, e su questa pista quando piove ci sono sempre molti incidenti”.

Ed in effetti l’unico motivo di preoccupazione per il box Mercedes può arrivare da cause esterne, questo weekend non si può pensarla diversamente.

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
1/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
2/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, festeggia la pole position firmando il Trofeo Pirelli
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, festeggia la pole position firmando il Trofeo Pirelli
3/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, festeggia con il compagno di squadra dopo essersi assicurato la pole
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, festeggia con il compagno di squadra dopo essersi assicurato la pole
4/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
5/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
6/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
7/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1
8/20

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

James Allison, Technical Director, Mercedes AMG
James Allison, Technical Director, Mercedes AMG
9/20

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
10/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
11/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
12/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
13/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, dopo essersi assicurato la pole
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, dopo essersi assicurato la pole
14/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, precede Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, precede Charles Leclerc, Ferrari SF1000
15/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
16/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes-AMG Petronas F1
Valtteri Bottas, Mercedes-AMG Petronas F1
17/20

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes-AMG Petronas F1
Valtteri Bottas, Mercedes-AMG Petronas F1
18/20

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
19/20

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 EQ Performance
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 EQ Performance
20/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ferrari: trovato il punto per ripartire da zero?
Articolo precedente

Ferrari: trovato il punto per ripartire da zero?

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: le Qualifiche del GP d'Ungheria

Fotogallery F1: le Qualifiche del GP d'Ungheria
Carica commenti
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021