F1 | Mercedes: Singapore occasione unica per rompere il digiuno

I dati delle simulaziuoni di Brackley sono particolarmente positivi per il ritorno della Stella sul circuito cittadino di Marina Bay, dove la F1 non corre da due anni a causa del COVID. Nel team campione del mondo Costruttori c'è un'alta aspettativa, anche se l'ottimismo è mitigato dall'incertezza del comportamento della W13 sui dossi. La speranza è che si possa vivere un weekend con tre protagonisti in lizza per un successo, considerando che Verstappen con la Red Bull resta il grande favorito.

F1 | Mercedes: Singapore occasione unica per rompere il digiuno
Carica lettore audio

L’ultima gara in cui Verstappen non è salito sul gradino più alto del podio risale allo scorso 10 luglio, Gran Premio d’Austria. Dopo la tappa di Spielberg, Max ha infilato una striscia di cinque vittorie consecutive, mettendo le mani sul suo secondo titolo mondiale. Tra le sei gare restanti in calendario quella di Singapore si preannuncia molto interessante, e non solo perché la Formula 1 ritroverà il tracciato di Marina Bay dopo due anni di assenza.

Dando per scontato che Verstappen (a Singapore avrà il suo primo match point mondiale) sarà il favorito d’obbligo, per Ferrari e Mercedes la conformazione del tracciato di Marina Bay sembra essere la migliore (tra le sei restanti in calendario) per sperare in un ritorno alla vittoria.

Un obiettivo ovviamente importante per la Scuderia, ma particolarmente sentito dal team campione del mondo (ancora per poco) che vede avvicinarsi sempre di più il poco gradito scenario di una stagione conclusa senza neanche un successo di tappa.

Dettaglio del fondo Mercedes W13 tagliato a Monza dei profili laterali

Dettaglio del fondo Mercedes W13 tagliato a Monza dei profili laterali

Photo by: Uncredited

I limiti del progetto W13 sono ormai noti da tempo, ma secondo i tecnici di Brackley il layout di Marina Bay si sposa bene con quelle che sono le caratteristiche della monoposto. Nelle ultime otto gare la Mercedes (ad eccezione di Spa, dove Hamilton ha vanificato le sue chance nel contatto con Alonso nel corso del primo giro) è sempre salita sul podio, ma mediamente il distacco rispetto ai vincitori è stato consistente.

Toto Wolff, Team Principal e CEO di Mercedes AMG

Toto Wolff, Team Principal e CEO di Mercedes AMG

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Le speranze in vista di Singapore sono dovute soprattutto alla consapevolezza che le curve a novanta gradi non sono mai state un problema per la W13, ma resta un punto interrogativo legato all’irregolarità dell’asfalto.
“Penso che il layout di Marina Bay dovrebbe adattarsi alla nostra macchina – ha confermato Toto Wolff - le simulazioni ci dicono che dovrebbe essere una delle nostre piste migliori, ma c’è il problema dei dossi da verificare. Per quello voglio essere prudente, e non fare previsioni azzardate”.

Nessuno vuole sbilanciarsi troppo, soprattutto per un motivo. La Red Bull, e soprattutto Verstappen, hanno faticato molto nell’unico vero circuito cittadino su cui la Formula 1 ha fatto tappa, ovvero Monaco. Nel Principato Max non è andato oltre il quarto posto in qualifica e terminando terzo in gara grazie soprattutto all’infelice strategia della Ferrari.

C’è da aspettarsi un Verstappen in difficoltà anche a Singapore?
“Non è paragonabile – ha spiegato Max riferendosi al weekend di Monaco – a maggio la nostra monoposto era sovrappeso, e il peso in più era nel posto peggiore, causando un sottosterzo che mi portava a bloccare l’anteriore. Ora la situazione è migliorata, quindi non mi aspetto di avere lo stesso problema a Marina Bay, vedremo. Dopo due anni di assenza ci sarà da lavorare un bel po' sul setup, e ancora non è chiaro se avremo a che fare con molti saltellamenti”.

La Mercedes W13 di Hamilton vista dall'alato

La Mercedes W13 di Hamilton vista dall'alato

Photo by: Steve Etherington / Motorsport Images

“Non è impossibile – ha commentato Hamilton in merito alle possibilità di poter puntare a vincere a Singapore – ma sono realista e la Red Bull al momento è difficile da battere. Avremmo potuto potenzialmente batterli a Budapest, ma alla fine Max era lì davanti. Vedremo, ci vorrà un po' di fortuna”.

Come prevede la tradizione, sui circuiti cittadini una buona posizione di partenza è una base importante su cui costruire la gara. L’exploit di Russell nelle qualifiche di Budapest, se fosse ripetuto a Marina Bay avrebbe un valore diverso, considerando che sul passo gara la Mercedes (superati i primi tre giri) sta confermando di essere competitiva, e che sorpassare è più difficile rispetto all’Hungaroring.

Battere Verstappen sarà comunque un’impresa ardua, ma sia Hamilton che Russell sono coscienti che dopo Singapore puntare alla sospirata prima vittoria stagionale sarà ancora più difficile.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | La Williams conferma l'addio a Latifi a fine stagione
Articolo precedente

F1 | La Williams conferma l'addio a Latifi a fine stagione

Prossimo Articolo

F1 | Sparco fornirà l'abbigliamento al team Red Bull Racing

F1 | Sparco fornirà l'abbigliamento al team Red Bull Racing