Mercedes: preoccupano le velocità della Red Bull

La squadra campione del mondo ha chiuso la prima giornata di prove libere con Bottas e Hamilton davanti, ma incalzati dalla Red Bull di Verstappen che risulta 8 km/h più veloce sul rettilineo del finlandese e si trova a ridosso delle W11. Le frecce nere sono leggermente più cariche aerodinamicamente nel timore di rovinare le gomme, ma c'è il rischio che l'olandese sia una spina nel fianco dei piloti di Brackley.

Mercedes: preoccupano le velocità della Red Bull

Le caratteristiche del circuito del Mugello avevano fatto pensare alla vigilia ad un dominio assoluto della Mercedes, previsione che sfogliando i verdetti della prima giornata in pista (con Valtteri Bottas leader di entrambe le sessioni) sembra essere stata subito confermata.

Tuttavia nella serata di ieri sia i piloti che i responsabili del team campione del Mondo non erano così certi di poter contare sul solito margine sul resto del gruppo. O meglio, il buon vantaggio c’è (eccome) su diciassette dei diciotto avversari, ma non su Max Verstappen.

L’olandese della Red Bull si è confermato molto vicino a Bottas e Lewis Hamilton, ed è riuscito a soffiare sul collo di entrambi i piloti Mercedes sia nella simulazione di qualifica che nei long-run.

Le due W11 sembrano confermare la filosofia di setup vista a Monza, ovvero un maggiore carico aerodinamico rispetto alla Red Bull, come confermano i valori di velocità massima sul traguardo, dove Max risulta 8 km/h più veloce di Bottas ed 11 di Hamilton.

Proprio Lewis è tra i piloti che teme maggiormente problemi di gomme in gara, e la scelta di caricare maggiormente la monoposto è legata anche a questo aspetto: evitare il più possibile di scivolare per limitare il surriscaldamento degli pneumatici.

I tempi registrati nel primo settore (Bottas 27”578, Verstappen 27”744, Hamilton 27”817) non sono lo specchio della performance sul rettilineo principale, perché il T1 termina dopo la ‘Borgo San Lorenzo’ dopo aver percorso cinque curve. Bottas perde circa tre decimi sul rettilineo principale rispetto a Verstappen, recuperando poi nelle cinque curve successive.

La scelta Mercedes al momento ha comunque pagato, ma il margine di due decimi confermato ieri da Bottas su Verstappen nella simulazione di qualifica consente alla Mercedes di dormire sonni tranquilli?

Nella squadra campione del Mondo devono essere sicuri di poter mettere a segno l’abituale 1-2 in qualifica, perché qualora a Verstappen riuscisse il colpo di portarsi in prima fila i piani rischierebbero di cambiare non poco, come si è visto una settimana fa a Monza. Senza una buona velocità di punta dover inseguire al Mugello è impresa disperata.

Sarà interessante oggi osservare i valori di velocità massima di Bottas e Hamilton per capire se la Mercedes avrà deciso di calare un po' i valori di carico, un dogma da rompere perché la paura di soffrire il degrado delle gomme nei 59 giri in programma domenica è tanta.

Con la configurazione attuale, i long-run di ieri hanno confermato Verstappen in media con i tempi di Bottas, mentre con le soft paga circa un decimo al giro nei confronti di Hamilton. Non è la Red Bull di Monza, questo è certo, e i primi a saperlo sono i tecnici che lavorano nel box della Mercedes.

condivisioni
commenti
PMI si unisce alla Scuderia Ferrari per celebrare il suo millesimo Gran Premio
Articolo precedente

PMI si unisce alla Scuderia Ferrari per celebrare il suo millesimo Gran Premio

Prossimo Articolo

Ghini: "Con Vettel e Alonso la F1 cura la sua identità"

Ghini: "Con Vettel e Alonso la F1 cura la sua identità"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Formula 1
8 dic 2021
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021