Mercedes: per arginare la Red Bull si spremono le power unit

La squadra di Brackley non ha aggiornamenti tecnici da contrapporre alle evoluzioni continue della Red Bull sulla RB16B, ma non rinuncia a lottare per i due titoli mondiali: i motoristi della Stella hanno deciso di prendere dei rischi sulla power unit alzando l'overboost del turbo e estremizzando le stretegie dell'ibrido, visto che smarcheranno un quarto motore anche per Hamilton.

Mercedes: per arginare la Red Bull si spremono le power unit

La Mercedes sta varando una strategia per puntare all’ottavo titolo mondiale piloti con Lewis Hamilton e anche all’ottavo titolo Costruttori, nella consapevolezza che la W12 non avrà più aggiornamenti tecnici dopo che lo sviluppo è stato bloccato da tempo per dedicare tutte le risorse alla monoposto 2022.

La freccia nera, come tutte le monoposto, godrà solo degli adattamenti della macchina alla pista, mentre sulla sponda Red Bull è auspicabile l’arrivo di altre novità per incrementare ulteriormente la competitività della RB16B.

Max Verstappen andrà in Russia con un vantaggio di cinque punti sull’epta campione: l’olandese ha guadagnato due lunghezze nella Sprint Qualifying di Monza. La Stella non ha saputo sfruttare una pista favorevole come quella del “tempio della velocità” che, almeno sulla carta, doveva essere più adatta alla monoposto di James Allison.

Il crash alla Prima Variante che ha determinato il ritiro dei due sfidanti per il mondiale ha congelato le posizioni. È stato uno stop che ha giocato a favore dell’olandese perché in calendario rimangono solo sette appuntamenti, anche se Max dovrà comunque pagare tre posizioni in griglia a Sochi, lasciando un teorico vantaggio ad Hamilton.

A Brackley sono perfettamente consapevoli che la partita iridata sarà la più complicata da quando in F1 esiste l’era ibrida: l’esperienza di Lewis può avere un peso, ma la sensazione è che la Red Bull disponga di un pacchetto globalmente migliore di quello campione del mondo in carica.

E allora? La Mercedes deve puntare tutto sul suo punto di forza: la power unit. Non è ancora stato deciso quando smarcare il motore 4 per Hamilton, visto che Valtteri Bottas la penalità l’ha già pagata a Monza. L’intenzione è di forzare l’uso del propulsore nella speranza di cogliere due obiettivi potendo contare su un’unità fresca.

Al banco prova di Brixworth stanno valutando fin dove spingere il boost del turbo per costringere la Honda a inseguire, magari andando a intaccare quella soglia di affidabilità che i giapponesi sembrano aver raggiunta.

In Mercedes sono pronti a prendere dei rischi giocando sulle qualità della power unit che ha permesso anche alla McLaren di tornare a vincere un GP.

Hywel Thomas, Managing Director di Mercedes-AMG HPP, è convinto che dal motore si possano trarre ancora delle prestazioni estremizzando alcuni parametri del sistema di sovralimentazione e dell’ibrido senza correre il rischio di intaccare l’affidabilità.

Se le prestazioni non bastano, si va a raschiare il barile della durata con tutti i mezzi a disposizione: Sochi, quindi, sarà una verifica importante sull’andamento di un mondiale tutt’altro che definito e che, anzi, assicura un’imprevedibilità che va ben oltre le piste che dovrebbero favorire le caratteristiche di una macchina piuttosto che dell’altra…

condivisioni
commenti
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

Articolo precedente

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

Prossimo Articolo

Formula 1 2021: gli orari TV di Sky e TV8 del GP di Russia

Formula 1 2021: gli orari TV di Sky e TV8 del GP di Russia
Carica commenti
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021
Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato" Prime

Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato"

Il Gran Premio della Turchia ha messo alla prova le qualità di guida dei piloti e la loro sensibilità in condizioni di difficile lettura. Lewis Hamilton, tentando l'azzardo, avrebbe optato per le gomme slick al pit-stop, ma dal box hanno preferito andare sul sicuro. C'è un mondiale in palio, ogni punto conta

Formula 1
11 ott 2021
Matra: il sogno francese di emergere in Formula 1 Prime

Matra: il sogno francese di emergere in Formula 1

La scuderia francese poteva vantare una conoscenza tecnologica derivante dall'aviazione, ma le problematiche del glorioso V12, e la sfortuna che ha spesso accompagnato i piloti, hanno posto fine in anticipo all'avventura del team in F1.

Formula 1
10 ott 2021