Mercedes: il roll bar di Lewis ha retto perfettamente

Dopo il crash causato da Max Verstappen alla Prima Variante del GP d'Italia tutta l'attenzione mediatica è andata alla resistenza dell'Halo che ha protetto Lewis Hamilton da possibili danni alla testa, ma il telaio della Mercedes ha retto all'impatto e basterà sostituire il roll bar (solo sbeccato) per rivedere quella W12 nei prossimi appuntamenti del mondiale.

Mercedes: il roll bar di Lewis ha retto perfettamente

La Mercedes W12 di Lewis Hamilton dopo l’atterraggio sul roll bar e sull’Halo della Red Bull RB16B ha subito dei danni che hanno richiesto la sostituzione del telaio?

Le immagini della ruota posteriore destra che schiacciava il casco del campione del mondo hanno fatto il giro del mondo e l’efficacia del diadema a protezione della testa è stata conclamata una volta di più, perché senza lo strumento di sicurezza introdotto in F1 nel 2018 dopo una sperimentazione iniziata nel 2015, Lewis se la sarebbe cavata in ben altro modo...

L'incidente tra Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e Lewis Hamilton, Mercedes W12

L'incidente tra Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Jerry Andre / Motorsport Images

Tutta l’attenzione, quindi, si è orientata verso l’Halo, ma è giusto aggiungere che la freccia nera del pilota inglese non ha portato particolari danni dall’impatto causato dalla Red Bull di Max Verstappen, letteralmente decollato sulla ruota posteriore sinistra della W12 prima di ricadere (per fortuna a bassissima velocità) sul roll bar e scivolare quindi sull’Halo e sulla parte anteriore della scocca.

Dettaglio del Roll-bar Mercedes AMG W12 dopo il crash di Monza

Dettaglio del Roll-bar Mercedes AMG W12 dopo il crash di Monza

Photo by: Daimler AG

Dettaglio del Roll-bar Mercedes AMG W12 dopo il crash di Monza di Hamilton

Dettaglio del Roll-bar Mercedes AMG W12 dopo il crash di Monza di Hamilton

Photo by: Daimler AG

Le immagini che la Mercedes ha divulgato sui social evidenziano come la parti in carbonio abbiano retto all’impatto: nell’urto è stata sbeccato solo l’arco superiore, ma i due elementi che formano la presa dinamica del motore e rappresentano la parte strutturale del roll bar hanno assolto alla perfezione il loro compito.

Ferrari F2005: il telaio nudo e l'applicazione del Roll Bar

Ferrari F2005: il telaio nudo e l'applicazione del Roll Bar

Photo by: Giorgio Piola

Come ci mostrano i disegni di Giorgio Piola, il roll bar è un elemento di sicurezza che viene aggiunto alla scocca: una volta che il telaio è stato completato riceve i coni anti intrusione laterali e viene fissato il roll bar nella parte superiore, secondo i dettami del regolamento.

Già nel 1983 erano stati definiti dei carichi ai quali i roll bar dovevano resistere per superare i crash test di omologazione da parte della FIA (7,5 volte il peso della macchina, vale a dire 5.850 kg). Inoltre una linea congiungente fra la struttura posteriore e quella anteriore doveva essere superiore alla tangente del casco, per evitare che, in caso di ribaltamento, il pilota potesse riportare dai danni alla testa urtando sulla pista.

Le prove di carico previste dalla FIA sul Roll Bar

Le prove di carico previste dalla FIA sul Roll Bar

Photo by: Giorgio Piola

Nel tempo c’è stato un inasprimento dei valori che nel 2015 ha portato a un carico equivalente di 50kN laterali, 60kN longitudinali con spinta verso il posteriore e 90kN verticali che hanno assicurato degli standard di sicurezza che hanno permesso ai piloti di uscire vivi da incidenti devastanti come quello di Romain Grosjean in Bahrain l’anno scorso…

Il guard rail distrutto dall'auto di Romain Grosjean, Haas VF-20

Il guard rail distrutto dall'auto di Romain Grosjean, Haas VF-20

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

 

condivisioni
commenti
Torna Whitmarsh in Aston Martin Performance Technologies
Articolo precedente

Torna Whitmarsh in Aston Martin Performance Technologies

Prossimo Articolo

Red Bull: si pensa la PU 4 per Verstappen già a Sochi?

Red Bull: si pensa la PU 4 per Verstappen già a Sochi?
Carica commenti
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021
Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti" Prime

Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti"

Il Gran Premio del Qatar ha ulteriormente inasprito il tono delle polemiche sportive legate alla stagione 2021 di Formula 1. Stavolta l'insufficienza pesante viene data alla FIA per come sta gestendo la situazione

Formula 1
22 nov 2021