Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Analisi
Formula 1 GP degli Stati Uniti

F1 | Mercedes: il fondo in stile Red Bull prefigura scelte 2024

Il team di Brackley spara l'ultimo aggiornamento della W14 nel tentativo di mantenere la Ferrari lontana dal secondo posto nel mondiale Costruttori. In realtà il direttore tecnico, James Allison, sperimenta alcune soluzioni sul fondo che saranno propedeutiche alla freccia nera del prossimo anno, riprendendo alcune idee che hanno funzionato sulla Red Bull campione del mondo.

Dettaglio tecnico della Mercedes W14

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Giorgio Piola è l’esperto di tecnica di Formula 1 che segue i Gran Premi dal 1964. Il giornalista italiano è considerato il più autorevole divulgatore dei segreti delle monoposto: i suoi disegni e le animazioni permettono di scoprire le novità introdotte dai team ai Gp.

La Mercedes non ha alcuna intenzione di cedere il secondo posto alla Ferrari nel campionato Costruttori e, dopo aver riallungato di otto punti nel GP del Qatar, la Stella intende consolidare le 28 lunghezze di vantaggio che le frecce d’argento hanno messo nel carniere.

La squadra di Brackley, prima di abbandonare lo sviluppo della W14, ha deciso di introdurre nel GP degli Stati Uniti l’ultimo pacchetto di aggiornamento tecnico: il fondo è stato profondamente rivisto in diversi punti: nella parte anteriore è evidente come il barge board, l’elemento più esterno che chiude i canali Venturi sia sempre più simile a quello della Red Bull RB19.

Nella cresta superiore è stato ridisegnato il gradino che c’era e le forme ora sono più raccordate, con un aumento della superficie che consente di allontanare dal marciapiede le turbolenze della ruota anteriore che rischiamo di limitare l’efficienza del fondo nella zona centrale della vettura che è a bassa pressione.

Mercedes W14: il fondo della freccia nera presentato ad Austin è tutto nuovo

Photo by: Giorgio Piola

Mercedes W14: il fondo della freccia nera presentato ad Austin è tutto nuovo

L’immagine di Giorgio Piola ci mostra anche l’andamento del pavimento che evidenzia delle gibbosità perché inferiormente sono state definite delle camere di decompressione utili a spegnere i saltellamenti del porpoising seguendo un concetto che nella seconda parte della stagione un po’ tutti hanno cercato di interpretare, dopo aver visto da sotto le fotografie del fondo della RB19.

Il bordo d’uscita del marciapiede adesso è più lineare verso la ruota posteriore, mentre è diventato molto evidente l’elemento arcuato verso l’alto che non ha più due archi nella parte inferiore, ma altrettante sezioni squadrate con tanto di mini flap triangolari che indirizzano il flusso destinato a staccarsi dal corpo vettura per essere spinto oltre la ruota posteriore.

Nel team di Brackley sono evidenti i tentativi di James Allison di smarcarsi sempre più dal concetto della macchina sbagliata deliberata da Mike Elliott, per avvicinarsi alle idee della Red Bull che hanno ampiamente dimostrato di funzionare. Queste modifiche vanno nella direzione di comprendere meglio alcune idee che vedremo poi sbocciare sulla W15 del prossimo anno, una monoposto che rappresenterà un taglio netto con il recente passato.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Alfa Romeo: importante modifica al marciapiede del fondo
Prossimo Articolo F1 | Calore in abitacolo: ci sono 60° per sistemi e centraline

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia