Mercedes 2021: Hamilton-Russell, Vettel non interessa

La Stella affiancherà il giovane inglese a Lewis Hamilton, mentre Toto Wolff avrà il compito di sistemare Valtteri Bottas. Per la Mercedes Seb non è attrattivo, preferisce valorizzare i giovani talenti del suo junior programm.

Mercedes 2021: Hamilton-Russell, Vettel non interessa

La Mercedes ha le idee chiare per il 2021: la line-up di piloti sarà quella formata da Lewis Hamilton e George Russell.

La Stella, quindi, non vuole restare indietro nella promozione dei giovani talenti, per cui l’inglesino che è parcheggiato da Toto Wolff alla Williams per il secondo anno di maturazione, avrà finalmente la sua grande occasione per salire sulla freccia d’argento, facendo così un vero e proprio coda-testa della griglia di partenza.

La prima informazione che se ne può trarre è semplice: Sebastian Vettel non è strategico nei piani Mercedes. Il suo passaporto tedesco e quattro titoli mondiali in tasca non bastano. Ogni giorno che passa Seb si rende conto di essersi infilato in un cul de sac dopo aver deciso di non proseguire l’attività con la Ferrari, magari solo per un anno e guadagnando molto di meno.

La seconda notizia che emerge da questo contesto è che Valtteri Bottas sarebbe bruciato a Brackley qualunque risultato ottenga in questo mondiale 2020: il finlandese, non dimentichiamocelo è vice campione del mondo (senza Lewis si sarebbe laureato iridato con ampio margine). In carriera ha disputato 139 GP, ne ha vinti 7 con 11 pole position e ben 45 podi.

Valtteri è un pilota sottostimato per il suo valore e non meriterebbe di essere giubilato dalla Mercedes. Toto Wolff, finora, ha lasciato che il mercato si dipanasse senza il suo zampino, ma ora è attesa la sua entrata in campo.

L’austriaco prima deve definire la sua posizione alla conduzione di Mercedes Motorsport: il suo contratto è in scadenza e Ola Kallenius, presidente Daimler AG, vuole sciogliere questo nodo al più presto, per uscire dalle molte ambiguità che Toto ha fatto emergere ultimamente.

Personaggio ambizioso, con una lucida visione del futuro, Wolff sembra stare stretto nei panni del team principal del team più vincente di sempre e potrebbe puntare più in alto, non certo all’Aston Martin che sta facendo più fatica del previsto nonostante l’iniezione di liquidità portata da Lawrence Stroll.

Con la firma di Toto arriverà anche quella di Lewis che sta giocando la sua partita per mantenere alto l’ingaggio nonostante il Coronavirus abbia imposto a tutti un taglio degli emolumenti importante.

Valtteri, quindi, diventerà l’agnello sacrificale della Mercedes e potrebbe avere diverse opportunità: essere girato all’Aston Martin Racing (Racing Point) se si renderà libero i posto di Lance Stroll poco interessato ad allungare la sua carriera in F1 per compiacere la passione del padre.

Altrimenti l’alternativa sarà la Renault: il finlandese potrebbe soffiare il sedile a Fernando Alonso, intorno al quale si è acceso negli ultimi giorni un grande interesse, per il ritorno dell’asturiano nel team con il quale ha vinto due titoli mondiali.

Bottas sarebbe una bella spina nel fianco di Fernando che sarà fuori dalla F1 da un paio di stagioni, mentre Valtteri potrebbe portare il bagaglio di conoscenza di una squadra top come quella di Brackley.

E se tutte le porte di dovessero chiudere resterebbe il ritorno all’ovile: la Williams lo accoglierebbe a porte aperte, ma che tonfo per un vice-campione del mondo per restare aggrappato alla F1!

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
1/10

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Pit board per Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Pit board per Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
2/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
3/10

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
4/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes-AMG Petronas F1
Valtteri Bottas, Mercedes-AMG Petronas F1
5/10

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Il numero di Valtteri Bottas sulla Mercedes F1 W11
Il numero di Valtteri Bottas sulla Mercedes F1 W11
6/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
7/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari
8/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari
10/10

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Gallery F1, Ricordo: un anno senza Niki Lauda
Articolo precedente

Gallery F1, Ricordo: un anno senza Niki Lauda

Prossimo Articolo

Hamilton: "I ricordi più belli di Lauda? Le prime chiacchierate"

Hamilton: "I ricordi più belli di Lauda? Le prime chiacchierate"
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021