Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Prove Libere
Formula 1 GP d'Australia

F1 | Melbourne, Libere 1: Norris davanti a Max. Leclerc quarto

Lando Norris firma il miglior tempo nelle Libere 1 di Melbourne davanti a Verstappen, Russell e Leclerc. I primi 7 sono racchiusi in 70 millesimi. Albon a muro danneggia la sua Williams e provoca una bandiera rossa.

Lando Norris, McLaren MCL38

McLaren parte nel migliore dei modi a Melbourne, sede del Gran Premio d'Australia e terzo appuntamento del Mondiale 2024 di Formula 1. Lando Norris ha centrato il miglior tempo della prima sessione di prove libere fermando il cronometro in 1'18"564 ottenuto con gomme Soft, che in questo fine settimana sono le C5, le mescole più morbide realizzate dalla Pirelli per questa stagione.

Questo turno non ha regalato indicazioni precise, considerando che i primi 6 sono racchiusi in 78 millesimi di secondo, mentre i primi 10 in 3 decimi. Nessuno ha realmente fatto la differenza, ma se la McLaren ha avuto un sussulto, Max Verstappen ha già fatto capire di essere pronto per dare la caccia alla terza vittoria consecutiva.

Il tre volte iridato si è fermato a 18 millesimi dal crono di riferimento di Norris grazie a un ultimo tentativo con gomme Soft particolarmente efficace. In casa Red Bull bene anche Sergio Perez. Nonostante sia solo sesto, il suo ritardo dal britannico della McLaren è di 78 millesimi.

Le RB20, però, hanno mostrato a più riprese di non essere ancora perfette in termini di assetto. Max e Checo hanno perso il controllo delle loro monoposto a più riprese, anche se per pochi attimi e quasi mai in maniera pericolosa (a parte un passaggio forte su un cordolo dell'olandese).

Mercedes prova a farsi vedere nelle prime posizioni con George Russell terzo grazie a un ultimo tentativo che lo ha portato in terza piazza a 33 millesimi da Norris e più rapido di Charles Leclerc di soli 2 millesimi. Russell è risultato più veloce di Lewis Hamilton per tutto il turno, con il 7 volte iridato nono a 2 decimi dal crono di riferimento della sessione.

Per quanto riguarda la Ferrari, Leclerc è parso a suo agio sulla SF-24 sin dal primo giro, sebbene la Rossa perda tanto nel settore centrale rispetto alla Red Bull. Carlos Sainz, invece, ha approcciato questo turno di prove in maniera cauta. Nel corso delle ultime 2 settimane non si è allenato per via dell'operazione d'appendicite subita a Jeddah, dunque ha preferito non andare oltre il compito dato dal team, senza sforzare il suo fisico in maniera eccessiva. Il suo ottavo tempo lo colloca comunque a poco più di 1 decimo da Norris.

Racing Bulls era attesa a una risposta dopo un avvio di stagione non certo all'altezza delle aspettative e il quinto tempo di Yuki Tsunoda potrebbe essere il primo segnale importante. Daniel Ricciardo, invece, non è riuscito a sfruttare bene le gomme Soft e si è dovuto accontentare dell'11esimo tempo a poco meno di 7 decimi rispetto al compagno di squadra.

Buono il settimo tempo di un Lance Stroll in palla sin dai primi giri della sessione, ma Aston Martin ha praticamente perso un turno con Fernando Alonso a causa di un'escursione fuori pista che ha danneggiato il fondo della AMR24 numero 14. Fernando è rimasto ai box per metà della sessione, riuscendo a tornare in pista solo a un paio di minuti dalla bandiera a scacchi. Non è un caso che non sia andato oltre il 18esimo tempo.

Detto di Sainz e Hamilton, la Top 10 è stata completata da Oscar Piastri con la seconda McLaren, staccata di tre decimi e mezzo dalla MCL38 gemella.

A 20 minuti dal termine della sessione Alexander Albon - 12esimo alla fine - ha provocato la prima e unica bandiera rossa della sessione. Il pilota thailandese della Williams è finito contro il muro nei pressi di curva 8 andando a sbattere con il lato destro della sua FW46 all'interno, per poi essere sbalzato verso l'esterno della curva, impattando anche con il lato sinistro. Alex ha perso il controllo dopo un violento passaggio su un cordolo, lo stesso che aveva quasi tratto in inganno anche Max Verstappen qualche minuto prima.

Dopo i due impatti, Albon è rimasto fermo in pista con la macchina molto danneggiata e la direzione gara è stata costretta a esporre le bandiere rosse per permettere ai commissari di spostare la monoposto danneggiata e ripulire la pista dai numerosi detriti sparsi per l'asfalto nel tratto dell'incidente.

Kevin Magnussen si è tolto lo sfizio di risultare più veloce di Nico Hulkenberg chiudendo 13esimo, mentre il tedesco è 16esimo dietro alla prima Alpine, quella di Esteban Ocon, e alla seconda Williams affidata a Logan Sargeant. Pierre Gasly fatica a prendere confidenza con la A524 ed è 17esimo davanti ad Alonso e alle due Sauber di GuanYu Zhou e Valtteri Bottas. Se sui social la coppia piloti del team svizzero sta dando grandi soddisfazioni per l'estro dei contenuti, la stessa cosa non è possibile dirla per i risultati in pista.

   
1
 - 
4
   
   
1
 - 
2
   
Cla Pilota # Telaio Motore Giri Tempo Distacco km/h
1 United Kingdom L. Norris McLaren 4 McLaren Mercedes 23

1'18.564

  241.851
2 Netherlands M. Verstappen Red Bull Racing 1 Red Bull Red Bull 19

+0.018

1'18.582

0.018 241.795
3 United Kingdom G. Russell Mercedes 63 Mercedes Mercedes 21

+0.033

1'18.597

0.015 241.749
4 Monaco C. Leclerc Ferrari 16 Ferrari Ferrari 22

+0.035

1'18.599

0.002 241.743
5 Japan Y. Tsunoda AlphaTauri 22 RB Red Bull 26

+0.057

1'18.621

0.022 241.675
6 Mexico S. Perez Red Bull Racing 11 Red Bull Red Bull 23

+0.078

1'18.642

0.021 241.611
7 Canada L. Stroll Aston Martin Racing 18 Aston Martin Mercedes 26

+0.103

1'18.667

0.025 241.534
8 Spain C. Sainz Jr. Ferrari 55 Ferrari Ferrari 23

+0.122

1'18.686

0.019 241.476
9 United Kingdom L. Hamilton Mercedes 44 Mercedes Mercedes 20

+0.207

1'18.771

0.085 241.215
10 Australia O. Piastri McLaren 81 McLaren Mercedes 25

+0.354

1'18.918

0.147 240.766
11 Australia D. Ricciardo AlphaTauri 3 RB Red Bull 25

+0.710

1'19.274

0.356 239.685
12 Thailand A. Albon Williams 23 Williams Mercedes 11

+0.879

1'19.443

0.169 239.175
13 Denmark K. Magnussen Haas F1 Team 20 Haas Ferrari 21

+0.925

1'19.489

0.046 239.036
14 United States L. Sargeant Williams 2 Williams Mercedes 22

+0.955

1'19.519

0.030 238.946
15 France E. Ocon Alpine 31 Alpine Renault 25

+0.997

1'19.561

0.042 238.820
16 Germany N. Hulkenberg Haas F1 Team 27 Haas Ferrari 21

+1.040

1'19.604

0.043 238.691
17 France P. Gasly Alpine 10 Alpine Renault 25

+1.058

1'19.622

0.018 238.637
18 Spain F. Alonso Aston Martin Racing 14 Aston Martin Mercedes 16

+1.152

1'19.716

0.094 238.356
19 China G. Zhou Sauber 24 Sauber Ferrari 23

+1.425

1'19.989

0.273 237.542
20 Finland V. Bottas Sauber 77 Sauber Ferrari 21

+1.450

1'20.014

0.025 237.468

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Hamilton: "Nel 2022 perdemmo 90 punti di carico per il bouncing"
Prossimo Articolo LIVE Formula 1 | Gran Premio di Australia, Libere 2

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia