Mekies: "Abbiamo puntato a una Rossa per la gara"

il direttore sportivo della Ferrari analizza il weekend più duro per la Scuderia in questo avvio di campionato 2020: Laurent ammette che la squadra è rimasta spazziata dalle difficoltà emerse nelle libere di venerdì, ma il team non è riuscito a trovare le cause della crisi, ma quanto meno ha reso più guidabile la SF1000. Il francese elogia il positivo atteggiamento dei piloti in questa fase così complicata.

Mekies: "Abbiamo puntato a una Rossa per la gara"

Il direttore sportivo della Ferrari, Laurent Mekies, ha fatto il punto su uno dei weekend più difficili affrontati dalla Ferrari negli ultimi anni. Emerge l’approccio analitico da ingegnere, focalizzato sulle soluzioni (ovvero ciò che sarà) piuttosto che sul problema in sé (ciò che è oggi).

Un problema, quello accusato a Spa dalla due SF1000, le cui origini non sono ancora chiare, e che Makies ammette di aver preso la squadra alla sprovvista.

In attesa di conoscere la natura del male ‘misterioso’ che ha colpito le Rosse in Belgio, l’ingegnere francese si augura una gara bagnata ed elogia lo spirito di squadra emerso in un momento difficile, con Leclerc e Vettel in prima fila nel provare a fare gruppo.

Mattia Binotto ha indicato il problema nell’impossibilità di mandare in temperatura gli pneumatici...
“Si, esatto. Venerdì ci siamo trovati a dover affrontare una situazione eccezionale. Non abbiamo ancora del tutto compreso cosa ha determinato questa situazione, ma fortunatamente si tratta di circostanze che accadono raramente".

"Non siamo riusciti a far funzionare la monoposto, ed è stata una sorpresa, abbiamo provato di tutto tra venerdì e ieri mattina per risolvere la situazione, la macchina ha migliorato un po' la resa delle gomme e almeno siamo riusciti a dare ai piloti un miglior feeling con la vettura".

"Abbiamo fatto dei progressi migliorando un po' la posizione in qualifica, e sotto alcuni aspetti è stato un lavoro positivo, ma resta la parte negativa della situazione, ovvero dobbiamo capire qual è la causa principale che ci ha portato così tanto fuori dalla finestra giusta far funzionare gli pneumatici”.

È qualcosa che vi preoccupa ancora?
“Dobbiamo scavare nel problema per assicurarci di aver compreso cosa ha determinato questa situazione, al momento abbiamo delle informazioni che ci dovrebbero permettere di affrontare la gara senza dover partire alla sprovvista. Tutti, dai piloti agli ingegneri, hanno mantenuto il giusto atteggiamento e il giusto approccio dopo le difficoltà che abbiamo incontrato venerdì, e dopo le prove abbiamo lavorato di notte per provare a venire a capo dei problemi contando sul supporto dei ragazzi in fabbrica".

"Non abbiamo ribaltato la situazione come avremmo voluto, ma sicuramente siamo in una condizione migliore di venerdì. Non è neanche lontanamente vicino alla nostra posizione, ma come detto questa sarà la face successiva, capire cosa è successo”.

Quale tipologia di lavoro è stato fatto prima della qualifica?
“Non credo che abbiamo davvero trovato una soluzione, non siamo ancora usciti dai problemi che accusiamo su questa pista. Abbiamo provato setup molto diversi per cercare di recuperare la fiducia e cercare di far funzionare le gomme verificando con qualche progresso, poi in gara sappiamo che la situazione sarà diversa, abbiamo anche un po' più di carico aerodinamico rispetto alla concorrenza, e forse questa scelta ci aiuterà se il meteo non sarà dei migliori”.

Le previsioni confermano la possibilità di una gara parzialmente o completamente sotto la pioggia. Credi che per voi possa essere un bonus da sfruttare?
“Direi di sì, quando si parte così indietro ogni variabile che può contribuire a mischiare un po' le carte è benvenuta. Poi, come ho detto, abbiamo puntato su un carico aerodinamico maggiore rispetto ai nostri avversari diretti, e questo potrebbe tramutarsi in un vantaggio in caso di gara bagnata”.

Se ci sarà la possibilità di prendervi qualche rischio lo farete?
“Sì, assolutamente, se si presenterà l’opportunità lo faremo. Il nostro è un momento difficile e dobbiamo superarlo, poi come ho detto anche quando ci siamo ritrovati in gruppo, stiamo vivendo una situazione che ci insegnerà molto, e sono sicuro che ci sarà anche un aspetto positivo per tutta la squadra quando torneremo al nostro ritmo”.

Molti addetti ai lavori sostengono che il vostro primo problema sia la carenza di potenza della power unit. Pensate che ci sia un solo problema o più situazioni deficitarie?
“Non voglio essere frainteso: sappiamo che la performance quest'anno non è buona, e non vogliamo scappare davanti ai problemi. Allo stesso tempo sappiamo che c'è un limite a ciò che possiamo fare a breve termine, così come sappiamo che la tipologia di piste come Spa non ci aiuta".

"Sappiamo anche che queste tipologie di piste non vengono nella direzione della nostra macchina. Detto questo, siamo ancora molto insoddisfatti del punto di partenza e di come ha funzionato la macchina venerdì, ma fortunatamente abbiamo recuperato un po' di terreno. Nel frattempo abbiamo anche perso tempo cercando di risolvere i problemi che abbiamo, senza però ancora aver tirato fuori una ragione certa”.

Cosa potete realisticamente aspettarvi dalla gara?
“Questa è una pista dove è possibile sorpassare. Non sto dicendo che abbiamo il ritmo per poter recuperare facilmente delle posizioni, ma con un'alta probabilità di pioggia, con una monoposto che è stata indirizzata sul setup di gara e potendo contare su Seb e Charles, non si sa mai".

"Devo dire che in un momento non proprio facile, come quello di questo fine settimana, i nostri piloti hanno fatto gruppo molto bene con la squadra. Sono sicuro che tutti vogliamo provarci e lotteremo duramente per provare a portare a casa dei punti. Questo è il nostro obiettivo in gara”.

Laurent Mekies, Sporting Director, Ferrari
Laurent Mekies, Sporting Director, Ferrari
1/20

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, primo classificato, Mattia Binotto, Team Principal Ferrari, Laurent Mekies, Sporting Director, Ferrari, e il team Ferrari festeggia la vittoria
Charles Leclerc, Ferrari, primo classificato, Mattia Binotto, Team Principal Ferrari, Laurent Mekies, Sporting Director, Ferrari, e il team Ferrari festeggia la vittoria
2/20

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
3/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
4/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
5/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
6/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, George Russell, Williams FW43
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, George Russell, Williams FW43
8/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, in pit lane dopo la Q2
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, in pit lane dopo la Q2
9/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
10/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

L' alettone posteriore e l' attuatore del DRS sull'auto di Charles Leclerc, Ferrari SF1000
L' alettone posteriore e l' attuatore del DRS sull'auto di Charles Leclerc, Ferrari SF1000
11/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
12/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari
Charles Leclerc, Ferrari
13/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
14/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
15/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
16/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
17/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
18/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
19/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
20/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ferrari: il tonfo di Spa non è frutto di un episodio

Articolo precedente

Ferrari: il tonfo di Spa non è frutto di un episodio

Prossimo Articolo

Ricciardo spauracchio di Spa: Max e le Mercedes lo temono

Ricciardo spauracchio di Spa: Max e le Mercedes lo temono
Carica commenti
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021
Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti” Prime

Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti”

Torna la rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In quest puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli tornano a parlare di quanto successo a Monza tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Non è la prima volta che i due vanno a contatto e non sarà nemmeno l'ultima, secondo Ceccarelli...

Formula 1
15 set 2021