Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Analisi
Formula 1 GP di São Paulo

F1 | McLaren: sarà Norris la spina di Verstappen in Brasile?

La pole l'ha firmata Verstappen, ma il più veloce in qualifica è stato Lando con la MCL60: l'inglese in Q2 è stato più rapido di Max di 141 millesimi. In Q3 poteva ambire alla posizione del palo, ma il team lo ha fatto uscire tardi dai box, quando la forza del vento era già esagerata. Lando scatta settimo, ma con la vettura papaya si candida ad essere il vero sfidante della Red Bull sia in gara Sprint che nel GP. Piastri, invece, è uscito sorpreso dalla mancanza di grip per le folate improvvise.

Lando Norris, McLaren

Nelle qualifiche disputate ieri a Interlagos, che hanno definito la griglia di partenza del Gran Premio del Brasile, la pole position è andata a Max Verstappen, ma il giro più veloce in assoluto delle tre sessioni è stato però ottenuto da Lando Norris. Nella Q2, a parità di gomme con gli avversari, il pilota della McLaren ha ottenuto il miglior tempo precedendo Verstappen di 0”141. Poi l’errore in Q3, commesso non tanto da Norris quanto dalla squadra. “Tutto è stato deciso nell’arco di un paio di minuti all’inizio del turno – ha commentato Andrea Stella – siamo stati tra gli ultimi ad uscire dai box e le condizioni meteo sono peggiorate rapidamente”.

Norris è stato il settimo tra i dieci piloti in pista della Q3 a transitare sul traguardo, nonché il settimo nella classifica finale (diventato poi sesto nella serata di Interlagos grazie alla penalità di Russell) pagando l’aumento del vento così come il crollo delle temperature della pista.
“Il momento dell’uscita dai box è risultato cruciale – ha proseguito il team principal della McLaren – e purtroppo non abbiamo potuto capitalizzare il buon potenziale delle monoposto. Abbiamo avuto una sessione di qualifica ottima dal punto di vista della performance della vettura, siamo stati molto competitivi sia in Q1 che in Q2, e credo che avremmo potuto essere in testa alla griglia. Il lato positivo è che potremo rifarci nelle Sprint Shootout e nella gara Sprint, e anche domenica se confermeremo un buon ritmo ci sarà la possibilità di risalire”.

Andrea Stella, Team Principal McLaren

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Andrea Stella, Team Principal McLaren

“Non è certo il risultato che volevamo – ha aggiunto un deluso Norris - abbiamo mostrato un buon ritmo sull'asciutto, ma non siamo stati abbastanza bravi ad entrare in pista al momento giusto con la pioggia che è arrivata. Un vero peccato, è stata una grande opportunità persa”.

Come la scorsa settimana in Messico, per Norris il weekend è iniziato in salita, ma Interlagos gli offrirà la possibilità di rifarsi nelle qualifiche e nella gara sprint in programma oggi. “Faremo del nostro meglio per rifarci nella Sprint – ha confermato Lando – ma al momento sono ancora deluso per quanto è accaduto”.

Oscar Piastri, McLaren MCL60, esce tardi dal garage in Q3

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Oscar Piastri, McLaren MCL60, esce tardi dal garage in Q3

Peggio è andata a Piastri, ma anche nel suo caso ci sono tutte le attenuanti. Oscar è finito in testacoda alla frenata della curva 12, ma le condizioni della pista erano ormai al limite. “Non sono sicuro di cosa sia realmente successo – ha commentato – è mancato di colpo il grip e già nei primi due settori avevo faticato molto. Le cose sembravano andare bene fino a quel momento, ma ora è inutile pensarci, ci riproveremo e vedremo cosa possiamo fare nello Sprint”.

Al di là delle complicazioni arrivate in Q3, quella della McLaren è stata una buona prova di forza che la candida ad un ruolo di prima sfidante della Red Bull nelle qualifiche e nella gara sprint in programma oggi. In particolare Norris, visto che potrà contare (unico insieme a Verstappen tra i piloti di vertice) su due set di gomme soft nuove, ed anche in vista della gara di domenica Lando è da considerare un candidato al podio.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Video F1 | Ghini: "Il mito della velocità dei tedeschi all'Avus"
Prossimo Articolo La F1 valuta nuove modifiche al format Sprint per il 2024

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia