McLaren: Ricciardo passa al motore 4 Mercedes e retrocede ultimo

La deludente prestazione di Daniel in qualifica, era solo 16esimo, ha consigliato Andreas Seidl, team principal di Woking, di procedere al cambio della power unit. Il pilota australiano partirà ultimo nella griglia di partenza del GP di Turchia accanto alla Ferrari di Carlos Sainz.

McLaren: Ricciardo passa al motore 4 Mercedes e retrocede ultimo

Andreas Seidl, team principal della McLaren, lo aveva anticipato nel pomeriggio di ieri: “Valuteremo la possibilità di montare un nuovo motore sulla monoposto di Daniel, non era nei programmi ma a questo punto ne parleremo con i tecnici della Mercedes”.

Stamane nel paddock di Istanbul è trapelata l’indiscrezione secondo la quale sulla vettura di Daniel Ricciardo sarà installata la power unit numero 4, sfruttando la perdita molto ridotta in termini di posizioni visto che l’australiano nelle qualifiche di ieri non è andato oltre la sedicesima posizione.

La conferma è arrivata poco dopo, ufficializzando che Ricciardo scatterà così dall’ultima posizione della griglia di partenza, affiancando Carlos Sainz.

Prosegue, quindi, la progressiva introduzione della quarta PU per i team che utilizzano power unit Mercedes, operazione già smarcata da Bottas, Latifi e Hamilton.

Ieri Toto Wolff è tornato sul tema motori, confermando l’allarme suonato dopo il Gran Premio di Russia, un imprevisto che sta accelerando il passaggio alla quarta unità.
“Le nostre power unit si sono confermate le più affidabili da quando nel 2014 sono stati introdotti i motori ibridi – ha affermato Wolff – ma la necessità di spingersi al limite delle prestazioni ha inevitabilmente portato a doverci confrontare con alcune problematiche. Abbiamo constatato dei ‘rumori insoliti’ all'interno del motore endotermico, problematiche che non sono state ancora completamente comprese”.

“Negli ultimi due anni riuscire a bilanciare prestazioni e affidabilità è stata la chiave per arrivare ad un buon lavoro – ha proseguito Wolff – dobbiamo fare in modo di non portarci dietro queste problematiche alla prossima stagione, dobbiamo trovare delle soluzioni. Tutte le altre componenti della power unit sono in splendida forma, per questo non abbiamo avuto bisogno di sostituzioni ulteriori".

"Nel caso di Lewis abbiamo ovviamente ancora a disposizione il motore numero 3, che utilizzeremo nelle prove libere, valutando anche la possibilità di poterlo sfruttare in una gara ulteriore. Il problema in questo caso non è il chilometraggio, ma di valutare i rischi legati all’affidabilità”.

condivisioni
commenti
Ferrari: il nuovo ibrido vale più di quello che ci dicono
Articolo precedente

Ferrari: il nuovo ibrido vale più di quello che ci dicono

Prossimo Articolo

Wolff: "Ecco perché adesso la W12 è migliorata così tanto"

Wolff: "Ecco perché adesso la W12 è migliorata così tanto"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021