F1 | Max: "Il crash del 2021? Ne ho parlato con Lewis. C'è rispetto"

Max Verstappen ha ricordato l'incidente alla Copse del 2021 con Lewis Hamilton, affermando di esserselo messo presto alle spalle. Con Lewis ha parlato dell'accaduto e tra loro c'è rispetto.

F1 | Max: "Il crash del 2021? Ne ho parlato con Lewis. C'è rispetto"
Carica lettore audio

Sono trascorsi dodici mesi dal momento più intenso della stagione 2021. L’incidente tra Lewis Hamilton e Max Verstappen alla Copse è stato uno spartiacque che ha marchiato a fuoco un confronto che da quel momento è stato serratissimo. Un anno dopo l’atmosfera è decisamente diversa, Verstappen sta vivendo una stagione entusiasmante e decisamente più rilassata, un aspetto che emerge chiaramente non solo da quanto si vede in pista, ma anche quando Max è davanti ai microfoni. Messo a segno l’obiettivo mondiale, è un altro Verstappen, che non ha problemi a tornare sull’episodio di Silverstone 2021.

“Non è stata la migliore domenica per me – ha raccontato – ma sono storie che nelle corse accadono. Sono portato a guardare sempre avanti, non ha senso restare con la testa su momenti passati, comunque non cambieranno. Ovviamente tornare qui mi ha riportato alla mente quanto accaduto, ma non è qualcosa che influenzerà ciò che dovrò fare questo fine settimana”. Verstappen ha poi rivelato di aver parlato con Hamilton di quanto accaduto a Copse lo scorso anno. “Credo che questo sia uno degli aspetti più belli di noi piloti da corsa – ha spiegato Max – ovviamente quando accade qualcosa del genere inizialmente sei molto arrabbiato, ma poi getti tutto dietro le spalle in fretta e guardi avanti. Se guardi a come interagiamo quest'anno (il riferimento è al suo rapporto con Hamilton) si vede che ormai è tutto dietro di noi. Gli incidenti accadono, sfortunatamente alcuni sono un po' più dolorosi di altri, ma abbiamo molto rispetto reciproco”.

 

“Penso che la tensione maggiore nel 2021 sia stata tra le squadre – ha concluso Max in merito alla scorsa stagione - io e Lewis volevamo solo vincere le gare e provare a batterci a vicenda. Oggi posso guardare alla scorsa stagione con un sorriso, perché penso che nel complesso tutte le gare siano state molto intense, divertenti e con qualche momento negativo. Ma nell’arco di una stagione accade spesso”.

Archiviato l’argomento 2021,  Max Verstappen è passato al presente. Reduce da cinque vittorie nelle ultime sei gare, Max non può che essere ottimista, una fiducia giustificata anche dai progressi della monoposto sul fronte che lo ha un po' infastidito in questo inizio di stagione, ovvero l’inserimento.

“Fortunatamente è un problema che non si presenta su tutte le piste – ha chiarito – sui circuiti cittadini hai ovviamente bisogno di un inserimento veloce, e su quella tipologia di tracciato ho dovuto lottare di più. Ma ci stiamo lavorando costantemente, in Canada non ho accusato alcun problema al bilanciamento della monoposto. Qui a Silverstone dovrebbe andar bene, ma siamo davanti ad un layout molto diverso dai precedenti, quindi dobbiamo verificare”.

Che sia un nuovo Verstappen, più rilassato e disponibile al dialogo, è emerso anche nel rapporto con Netflix. La casa di produzione che realizza il documentario Drive to Survive è stata oggetto di critiche da parte di Max, arrivando nel 2021 al rifiuto a prendere parte alla serie. Quest’anno Verstappen ha voluto incontrare lo staff di Netflix per chiarire la sua posizione, arrivando ad un accordo.

“Mi sono seduto insieme a loro e ho spiegato cosa ne pensavo del prodotto e cosa non mi è piaciuto in passato. È stata una chiacchierata efficace e veloce, e ci siamo impegnati a collaborare. Avrò un po' più di voce in capitolo su come verranno interpretate le mie parole, non voglio rilasciare un'intervista e non essere sicuro di come sarà utilizzata, questo è tutto ciò che ho chiesto. Da parte mia vorrei che quanto raccontato sia più realistico, non posso ovviamente controllare cosa fanno con gli altri piloti, ma voglio avere il controllo su ciò che sto dicendo e che arrivi il messaggio che lancio”.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Rivoluzione Williams: tradita l'idea Mercedes, segue Red Bull
Articolo precedente

F1 | Rivoluzione Williams: tradita l'idea Mercedes, segue Red Bull

Prossimo Articolo

F1 | Mercedes: flap più basso nella paratia anteriore

F1 | Mercedes: flap più basso nella paratia anteriore