Massa penalizzato, ma non vedeva la riga gialla

Il brasiliano dall'abitacolo della FW37 non aveva la giusta visuale per schierare la sua monoposto sulla casella

La penalità di 5 secondi che Felipe Massa ha dovuto scontare nel Gp d'Ungheria ha il sapore dell'incredibile. Il pilota brasiliano, infatti, non è riuscito a sistemare la sua Williams nell'esatto punto della sua casella per la semplice ragione che, per come era seduto nell'abitacolo della FW37, non riusciva a vedere la riga gialla sull'asfalto che indica ai piloti dove devono posizionarsi con la ruota anteriore destra.

La procedura di partenza è stata abortita all'Hungaroring perché Felipe, temendo di andare oltre la linea, si è fermato molto prima, ottenendo lo stesso risultato. Rob Smedley, come sempre ha voluto difendere il suo pilota e amico: “La pista non è incurvata o in pendenza, per cui  la mancamza di visuale di Felipe va capita e risolta. Nella seconda partenza l'ex ferrarista è stato "guidato" alla giusta posizione via radio".

“Non so se la linea gialla all’Hungaroring sia più corta rispetto a quella di altri tracciati - ha ammesso Felipe - , ma sta di fatto che io non riuscivo a vederla per cui dovremo affrontare il problema perrché è la prima volta che si presenta".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Ungheria
Circuito Hungaroring
Piloti Felipe Massa
Team Williams
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag felipe massa, ungheria