Marko: "Ci faremo il motore ma potremmo collaborare con Audi"

Il consulente austriaco a Servus TV è stato chiaro: “Il nostro piano è costruirci il motore in autonomia per il 2025, ma se Audi dovesse nel frattempo farsi avanti valuteremo se una cooperazione sarà possibile”.

Marko: "Ci faremo il motore ma potremmo collaborare con Audi"

L’annuncio dell’ingaggio da parte della Red Bull dell’ingegnere Ben Hodgkinson, proveniente dalla Mercedes, va oltre la conferma di chi sarà al timone del programma powertrain varato a Milton Keynes.

Di fatto è l’annuncio che la Formula 1 si arricchisce con un nuovo Costruttore di motori, che andrà a compensare la dipartita della Honda. Inizialmente il nuovo reparto powertrain si occuperà della gestione delle attuali power unit Honda, ma il passo cruciale (che ha richiesto ingenti investimenti) è l’avvio del programma parallelo che si occuperà della progettazione e la realizzazione di un nuovo motore per la stagione 2025 sulla base del regolamento che sarà varato la prossima estate.

Da quando nel 2005 la Red Bull ha deciso di impegnarsi in prima persona in Formula 1, la squadra ha utilizzato 4 power unit: Cosworth, Ferrari, Renault e Honda. L’ingresso nell’era ibrida, ovvero dal 2014, ha coinciso per la Red Bull con un periodo difficile, culminato nel divorzio (non privo di polemiche) con la Renault, subito tamponato dall’accordo con la Honda.

Ma proprio quando la squadra diretta da Christian Horner e Helmut Marko aveva finalmente trovato quella partnership ufficiale cercata per oltre un decennio, è arrivata la doccia fredda del ritiro della Casa giapponese.

La Red Bull si è trovata davanti ad uno scenario imprevisto e molto complesso con tre possibili soluzioni. Tornare ad essere un team cliente (una strada non semplice da percorrere visti i rapporti non idilliaci con Renault, Ferrari e Mercedes), convincere una Casa ad impegnarsi in un programma Formula 1 (i tentativi negli anni sono stati molti e infruttuosi) o impegnarsi in prima persona su un fronte inedito, ovvero quello di motorista indipendente. Quest’ultima ipotesi era quella considerata meno probabile, ma alla fine è diventata una scelta obbligata.

La spinta definitiva è arrivata dopo i tentennamenti del gruppo Volkswagen, che da anni staziona alla finestra valutando la possibilità di un ingresso in Formula 1 a cui ormai (dopo varie fumate nere) credono in pochi.

A rompere gli indugi è stata così la stessa Red Bull, che si è impegnata con un investimento che Marko ha commentato come il maggiore dopo la creazione stessa della squadra. Il consulente austriaco ha lasciato uno spiraglio aperto all’Audi (che aveva presenziato alle ultime riunioni della F1 Commission con un suo rappresentante) qualora in extremis arrivasse il sospirato okay.

“Il nostro piano è costruirci il motore in autonomia per il 2025 – ha commentato Marko – se Audi dovesse nel frattempo farsi avanti valuteremo se una cooperazione sarà possibile”.

Nel frattempo il reparto powertrain prende forma senza contare su aiuti esterni. L’arrivo di Hodgkinson potrebbe non essere il solo proveniente dalla Mercedes, e parallelamente c’è da parte di Red Bull il tentativo di trattenere in Inghilterra i tecnici Honda che dal 2019 operano nel reparto di supporto a Milton Keynes.

Un altro canale attivo è quello con l’azienda di consulenza automobilistica AVL, con sede a Graz, un serbatoio da cui poter attingere banchi prova, personale a tempo indeterminato e/o consulenze.

A favore della Red Bull gioca la possibilità di poter iniziare con un programma di revisione ed aggiornamento dell’attuale power unit Honda, un’attività impegnativa ma non come lo studio e la realizzazione di un motore completo.

Nel frattempo si lavorerà anche sul lungo periodo, al fine di completare quel piano ambizioso che renderà la Red Bull un Costruttore a tutto tondo. Un passo importante per un futuro impegnativo ma potenzialmente gratificante, che renderà la sede di Milton Keynes un quartier generale in grado di realizzare in modo indipendente ed autonomo una monoposto di Formula 1. E c’è chi crede che possa essere un pacchetto completo ‘chiavi in mano’ da poter offrire ad un grande casa il giorno in cui il grande boss Dieter Mateschitz dovesse stancarsi della Formula 1.

condivisioni
commenti
F1, Sprint Race ai voti: si firma prima del GP del Portogallo
Articolo precedente

F1, Sprint Race ai voti: si firma prima del GP del Portogallo

Prossimo Articolo

Chinchero racconta Alonso (pt.3) - It's a long way to the top

Chinchero racconta Alonso (pt.3) - It's a long way to the top
Carica commenti
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021