Formula 1
25 set
FP3 in
02 Ore
:
15 Minuti
:
44 Secondi
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
12 giorni
G
GP del Portogallo
23 ott
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP di Turchia
13 nov
Prossimo evento tra
47 giorni
04 dic
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP di Abu Dhabi
11 dic

Marchionne: "Nessuno è indispensabile"

condivisioni
commenti
Marchionne: "Nessuno è indispensabile"
Di:

L'AD di Fiat-Chrysler parla così di Montezemolo, ma smentisce anche lui un cambio alla presidenza della Ferrari

Marchionne:

Ieri Luca Cordero di Montezemolo ha smentito le voci di una sua possibile partenza dalla presidenza della Ferrari, ribadendo di essere a disposizione del Cavallino per le prossime tre stagioni. Oggi da Cernobbio, al workshop Ambrosetti, è arrivata la risposta di Sergio Merchionne, Amministratore Delegato del gruppo Fiat-Chrysler.

"Nessuno è indispensabile, ma il cambio della presidenza non è in agenda. Noi siamo al servizio dell'azienda. Quando un'azienda cambia idea o non c'è più convergenza degli obiettivi, le cose cambiano" ha detto Marchionne, che era anche indicato come possibile sostituto ad interim in caso di uscita di Montezemolo.

Poi ha proseguito con altre considerazioni legate al prodotto ed alla parte sportiva, sottolineando i problemi di quest'ultima: "Ci sono due elementi della Ferrari che per noi sono importanti: i risultati economici, su cui Montezemolo ha fatto un ottimo lavoro e su cui gli ho fatto anche i complimenti, e la gestione sportiva. Il cuore della Ferrari è quello di vincere in Formula 1. Da anni vedere la Ferrari è in queste condizioni, in quelle posizioni lì, senza vincere niente dal 2008 mi intristisce, avendo i migliori piloti al mondo, dei box che hanno qualità eccezionale e degli ingegneri che sono veramente bravi".

Hamilton torna alla vittoria in rimonta a Monza

Articolo precedente

Hamilton torna alla vittoria in rimonta a Monza

Prossimo Articolo

Hamilton si rilancia a Monza e la Ferrari sprofonda!

Hamilton si rilancia a Monza e la Ferrari sprofonda!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Redazione Motorsport.com