Lotus sul podio a Spa, ma dispone solo di tre cambi!

Il team di Enstone deve completare la stagione con il minimo materiale utile a scendere in pista

Le speranza della Lotus di restare in vita sono legate alla volontà della Renault di rilevare la struttura di Enstone, riprendendosi un team che era già di proprietà della Casa francese e che ora versa in gravi difficoltà finanziarie, visto che Genii Capital, la società che ha in mano la maggioranza del pacchetto azionario, non riesce più a gestire i debiti che ha accumulato negli anni.

Considerati i budget che investono i top team quali Mercedes, Ferrari e Red Bull Racing, fa sorridere pensare che l'equipe tecnica diretta da Nick Chester debba fare la stagione con tre scatole del cambio (una per ciascun pilota più una scorta). Queste limitazioni (una trasmissione deve durare almeno sei Gp per regolamento, per cui ne servono tre a pilota per campionato) non hanno impedito a Romain Grosjean di cogliere un brillante terzo posto a Spa Francorchamps, riportando sul podio le monoposto nero e oro dopo un paio di anni.

Il piazzamento è giunto proprio nella gara in cui le monoposto e il materiale nei box era stato posto sotto sequestro cautelativo da parte di alcuni fornitori che si sono rivolti alla magistratura belga dopo che non si sono visti pagare le oro spettanze.

Per fortuna la questione è stata risolta (pare con l'intervento risolutivo di Bernie Ecclestone) e i mezzi della Lotus hanno potuto tornare a casa ieri promeriggio per cui è data per certa la presenza del team anche a Monza...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Pastor Maldonado , Romain Grosjean
Team Team Lotus
Articolo di tipo Ultime notizie