Liuzzi positivo al COVID era ricoverato in ospedale a Chieti

L'ex pilota di Formula 1 si è infettato due settimane fa a Milano con la moglie Francesca e la figlia di tre anni e mezzo. Tonio è tornato a casa dopo un ricovero nell'ospedale delle malattie infettive di Chieti dove è stato sottoposto a ventilazione assistita.

Liuzzi positivo al COVID era ricoverato in ospedale a Chieti
Carica lettore audio

Ora Vitantonio Liuzzi è tornato a casa, non ancora al massimo della forma, ma in una condizione decisamente migliore rispetto due settimane fa. Dopo la conferma di positività al Covid confermata da un test effettuato lo scorso 23 ottobre, Liuzzi e la sua famiglia (risultati tutti positivi) si sono trasferiti da Milano a Chieti, dove le condizioni di Vitantonio si sono molto aggravate.

Giovedì scorso è stato trasportato nella clinica di Malattie Infettive dell'ospedale di Chieti, dove è stata accertata una polmonite bilaterale.

La grave situazione iniziale, che ha richiesto un aiuto per la respirazione, è progressivamente migliorata nell’arco di cinque giorni, e ieri Liuzzi è potuto tornare a casa per la gioia dei suoi cari.

I tempi di recupero molto veloci hanno riportato tranquillità in Vitantonio, il quale ha confermato di avere solo bisogno di un po' di tempo per ritornare in forma.
“Abbiamo potuto contare su un’assistenza tempestiva ed efficiente – ha commentato la moglie di Liuzzi, Francesca Caldarelli – senza la quale lo scenario oggi sarebbe ben diverso. Ora, per fortuna, l’incubo inizia ad essere un ricordo”.

condivisioni
commenti
F1: vogliamo che restino le prove libere del venerdì!
Articolo precedente

F1: vogliamo che restino le prove libere del venerdì!

Prossimo Articolo

Tsunoda: "Impressionato da potenza e frenata di una F1"

Tsunoda: "Impressionato da potenza e frenata di una F1"