Liberty: "Una grande incertezza il futuro degli eventi dal vivo"

Greg Maffei, CEO di Liberty Media, ha espresso i propri dubbi sul futuro degli eventi dal vivo e si è detto pronto a modificare il modello di business in base agli sviluppi della pandemia.

Liberty: "Una grande incertezza il futuro degli eventi dal vivo"

Oltre alla Formula 1, che al momento soffre finanziariamente per la mancanza di gare, anche la consorella Live Nation, che promuove concerti in tutto il mondo, non naviga in acque tranquille.

Liberty Media, recentemente, ha messo a disposizione per la Formula 1 una rete di sicurezza di 1,4 miliardi di dollari con la quale affrontare il periodo di crisi.

Nel corso di una Q&A con gli azionisti, tenutasi virtualmente, il CEO di Liberty Media, Greg Maffei, ha affermato che era impossibile prevedere cosa sarebbe potuto accadere.

Quando gli è stato chiesto quale sarà il futuro degli eventi dal vivo la risposta è stata: “E’ una grande incognita. Penso che stiamo assumendo un atteggiamento cauto nella convinzione che le cose cambieranno e che potremo realizzare business che potranno operare in un mondo post COVID”.

“Si troverà un modo per avere eventi dal vivo, a prescindere che questi si possano tenere per la presenza di un vaccino o semplicemente cambiando le procedure”.

“Questi saranno ancora così grandi e redditizi come lo sono stati in passato? E’ da vedere, ma stiamo adottando un atteggiamento prudente”.

“Uno dei motivi per cui abbiamo deciso di rafforzare i fondi della Formula 1 è dato dal fatto che le cose non potrebbero essere così positive in futuro e potremmo aver bisogno di dare supporto ad alcune squadre”.

Il fondatore e presidente di Liberty, John Malone, ha sottolineato che le entrate della F1 non dipendono solo dalle persone che partecipano fisicamente agli eventi, nel caso ci fosse un cambiamento di comportamento negli anni a venire.

“La tesi originale secondo cui gli eventi dal vivo sono forse il posto migliore per i contenuti per la televisione o per la distribuzione digitale, credo rimanga intatta. Purtroppo al momento dobbiamo confrontarci con questa pandemia anche se personalmente credo che prima o poi si riuscirà a trovare un vaccino o una terapia e si potrà tornare alla normalità”.

“Senza dubbio ci saranno variazioni in termini di valutazioni, ma le entrate hanno poco a che fare con la presenza del pubblico in circuito. Queste dipendono principalmente dalla televisione e dalla distribuzione del prodotto”.

“La domanda da porsi è come gestire la situazione in questo momento? Ovviamente la prima risposta è quella di migliorare i propri bilanci in modo da non avere problemi di liquidità qualora questa crisi dovesse colpire il business”.

“Ad ogni modo credo che si troverà una soluzione che consentirà di avere daccapo eventi dal vivo. Gli esseri umani si aggregano per natura e posso dire che qui in Florida numerosi bar sono già aperti e sono piuttosto affollati”.

condivisioni
commenti
Monaco 2015: quando la Mercedes ha "tradito" Hamilton

Articolo precedente

Monaco 2015: quando la Mercedes ha "tradito" Hamilton

Prossimo Articolo

Formula 1: per Renault futuro con più dubbi che certezze

Formula 1: per Renault futuro con più dubbi che certezze
Carica commenti
Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft" Prime

Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft"

In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano quanto visto nel venerdì di prove libere del GP di Francia. Tante sorprese e tante novità tecniche in un tracciato che "in teoria" sarebbe favorevole a Mercedes, eppure...

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo" Prime

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le prove libere del venerdì del GP di Francia di Formula 1. Red Bull in testa con Verstappen, ma le Mercedes possono cambiare marcia in qualifica. Da tenere d'occhio il prosieguo di weekend dell'Alpine.

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo" Prime

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo"

Torna Debriefing F1, programma podcast di Motorsport.com con cui Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano le prove libere del GP di Francia al Paul Ricard. Buon ascolto!

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Formula 1
17 giu 2021
Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Formula 1
17 giu 2021
Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Formula 1
17 giu 2021
Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021