Hamilton: "Sento la Ferrari, ma per le vetture stradali"

condivisioni
commenti
Hamilton:
Redazione
Di: Redazione
01 set 2015, 10:58

Lewis parla a pochi giorni da Monza e sulla Rossa aggiunge: "Adoro Senna: è diventato un idolo senza guidarla"

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W06
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W06
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W06 al comando alla partenza
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W06
Primo posto Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W06
Primo posto Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, secondo posto Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 e terzo pos

Si avvicina la tappa di Monza del Mondiale di Formula 1 e Lewis Hamilton si presenta all'appuntemento del Gp d'Italia da leader della classifica. "Una pista di fascino, sulla quale è ovvio che ognuno voglia vincere" ha detto il pilota della Mercedes in un'intervista alla Gazzetta dello Sport.

Tra le altre cose, Lewis quest'anno è stato già a Monza per un'evento particolare, nel quale ha avuto modo di guidare la Mercedes degli anni '50 sull'anello di velocità con Stirling Moss: "Un'esperienza che lo ha portato a fare alcune considerazioni: "Se penso che allora si guidava senza protezioni, senza cinture di sicurezza e ad ogni incidente volavi via, allora mi pare giusto sottolineare che sono felicissimo di correre in questa F.1 moderna che è tanto più sicura".

In ogni caso, la parola paura non sembra esattamente far parte del suo vocabolario: "In gara non ho mai avuto paura. Ci sono certe curve giudicate pericolose, ma spetta al pilota valutare il rischio e starne lontano. Per cui alla fine tutte le curve diventano simili e controllabili".

Sul confronto diretto con il compagno Nico Rosberg, che fino ad ora lo ha visto particolarmente dominante a differenza della prima parte della scorsa stagione, si è voluto prendere i suoi meriti: "Rosberg continua a guidare bene, non è lui che è peggiorato, sono io che sono cresciuto in tante aree...".

Arrivando in Italia, era inevitabile una battuta sulla Ferrari: "Ogni tanto contatto la Ferrari, ma solo perché mi piacciono le sue auto stradali. Di corse ho discusso qualche volta con Stefano Domenicali, nulla di serio. Sto benissimo in Mercedes e non voglio cambiare. Adoro Senna che è diventato un idolo anche senza aver guidato una Ferrari".

Infine, ecco anche un parere sui suoi avversari: "Non mi piace parlare dei miei colleghi. Vettel? Beh, ha vinto 4 Mondiale, è consistente, è un team leader. Alonso? Uno dei più forti, ma non giudico la sua scelta di essere andato in McLaren".

Prossimo articolo Formula 1
Mercedes: a cosa serve il cerchio posteriore con i buchi?

Articolo precedente

Mercedes: a cosa serve il cerchio posteriore con i buchi?

Prossimo Articolo

Toro Rosso: Tatham rinforza il reparto progettazione

Toro Rosso: Tatham rinforza il reparto progettazione
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Lewis Hamilton Acquista adesso
Team Mercedes Acquista adesso
Autore Redazione
Tipo di articolo Curiosità