Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Commento
Formula 1 GP di Monaco

F1 | Leclerc: la vittoria di casa che può sbloccare la carriera

Charles sembra uscito da incubo: il pianto a due giri dalla fine del GP di Monaco condotto dalla partenza testimonia quanto questo successo possa diventare un punto di ripartenza del monegasco che, finalmente, ha cacciato molti fantasmi sorretto da una squadra, la Ferrari, che lo ha supportato credendoci ciecamente.

Charles Leclerc, Scuderia Ferrari

Lo sport a volte toglie, ingiustamente. Il tempo, a volte, mette le cose a posto. C’era un senso di incompiuto nella storia tra Charles Leclerc e la sua gara di casa, il Gran Premio di Monaco. Si sono sfiorati in più occasioni per poi naufragare sul più bello a causa di motivi estranei all’operato di Charles. Una ferita aperta, come si è visto ieri dopo la conquista della terza pole nel Principato. “Conta domani”, ha messo subito in chiaro Leclerc, parole pronunciate da chi ha vissuto sulla sua pelle la differenza tra un sabato trionfale e una domenica da dramma sportivo.

I settantotto lunghissimi giri completati oggi hanno messo le cose a posto. Leclerc non aveva pianto in occasione del suo primo successo in Formula 1, e neanche davanti alla marea rossa di Monza 2019, quella che fino a ieri era (per sua ammissione) la sua vittoria più bella. Lo ha fatto oggi, contagiando molte delle persone accorse sotto il podio, incluso il Principe Ranieri, coinvolto anche lui emotivamente dal sogno di un ragazzo che conosce e segue da molto tempo.

Charles Leclerc, Scuderia Ferrari, festeggia la vittoria del GP di Monaco

Charles Leclerc, Scuderia Ferrari, festeggia la vittoria del GP di Monaco

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Il primo di Charles è stato per papà Hervé, scomparso nel 2017, con cui condivideva i sogni di un ragazzino che puntava molto in alto: vincere il Gran Premio di casa, su quelle strade così familiari che negli ultimi anni si erano però confermate tremendamente ostili.

L’aspetto emotivo ha preso il sopravvento, ma il ritorno al successo di Leclerc ha un grande valore anche sul fronte sportivo. Charles mancava l’appuntamento con il gradino più alto del podio dal Gran Premio d’Austria del 2022, una vita in Formula 1.

Dopo quella domenica di luglio di due anni fa è accaduto molto, ma soprattutto è mancata una monoposto che potesse consentire a Leclerc di potersela giocare alla pari di Max Verstappen. Ci sono stati anche giorni, probabilmente i più duri, in cui Charles non ha colto l’attimo, occasioni che Carlos Sainz ha saputo prendere al volo. E da qui giudizi severi, valutazioni vicine alla cialtronaggine arrivate a mettere in discussione un talento indiscutibile.

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

“Questa vittoria darà a Charles molta solidità”, ha sottolineato Vasseur, confermando che per quanto i piloti siano professionisti pagati profumatamente, non sono immuni ai periodi difficili. Serviva una risposta ed è arrivata, nel modo migliore possibile. Le grandi fondamenta per il successo nel Gran Premio di Monaco 2024 Leclerc le ha poste in qualifica, con la conquista della pole position, oggi ha capitalizzato il tutto con una gara perfetta.

“Dentro di me ho sempre pensato che vincere qui sarebbe stato speciale – ha ammesso Charles - ma non mi aspettavo che fosse così tanto speciale. A due giri dalla fine, sono uscito dal tunnel e mi sono reso conto che in realtà facevo fatica a vedere bene perché i miei occhi cominciavano a piangere. Allora mi sono detto: ‘Charles, non puoi permetterti di farlo adesso, Hai ancora due giri da fare!’. Poi una volta tagliato il traguardo ho sentito una gioia incredibile, significa molto per me. Ho vinto altre volte, ma oggi ho pensato a molte persone mentre ero in pista, Jules (Bianchi), mio padre, non era mai accaduto prima”.

Quando tornerà la calma (probabilmente ci vorrà qualche giorno) Leclerc metterà a fuoco anche la classifica di campionato, che ora lo vede secondo a 31 punti da Max Verstappen. Non è questione di ambizioni iridate, almeno non è questo oggi il punto, quanto di una stagione iniziata male che si sta raddrizzando in modo importante. Ed è anche questione di guardare il futuro in modo più sereno, ritrovando quel sorriso che, per tanti e differenti motivi, mancava da un po' di tempo.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Gallery F1 | Monaco si tinge di rosso: Leclerc domina nel Principato
Prossimo Articolo F1 | Ferrari: la vittoria di Monaco rinforza un team in crescita

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia