Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP del Canada

F1 | Leclerc: "Cambiamo motori spesso, non è un buonissimo segno"

Il pilota della Ferrari è stato costretto al ritiro in Canada, con la power unit della sua SF-24 che è stata colpita da un problema fin dalle primissime fasi, che gli costava circa 1"2 e lo obbligava a fare regolazioni sul volante. Dopo la qualifica da dimenticare di ieri, dunque, è arrivata una gara addirittura peggiore.

Charles Leclerc, Ferrari SF-24, Yuki Tsunoda, RB F1 Team VCARB 01, Alex Albon, Williams FW46

Era dal Gran Premio dell'Azerbaijan del 2022 che la Ferrari non rimaneva a secco di punti, quindi quella di Montreal è stata una vera e propria batosta per il Cavallino, ad appena 14 giorni dal trionfo di Monaco. Per Charles Leclerc il Gran Premio del Canada è stato un vero e proprio calvario. Dopo la clamorosa eliminazione nella Q2, che lo ha relegato all'11° posto in griglia, il monegasco si è ritrovato a dover fare i conti con un problema alla power unit fin dalle primissime fasi della corsa.

Un problema che è stato quantificato dal muretto della Rossa in una perdita di circa 1"2 al giro, praticamente tutta sui rettilinei. All'inizio della gara, sul bagnato, Leclerc ha fatto quel che ha potuto per tenere la sua SF-24 almeno nel gruppo, riuscendo anche ad infilarsi in zona punti per una breve parentesi, nonostante dovesse cambiare spesso anche le impostazioni sul suo volante. Quando poi la pista ha iniziato ad asciugarsi per lui non c'è stato praticamente più nulla da fare, perché era impossibile tenere dietro i suoi avversari.

In occasione di una Safety Car provocata da Logan Sargeant, la Ferrari ha provato un reset, ma ha anche montato le gomme slick. Un azzardo che non ha pagato, perché dopo poco la pioggia ha ricominciato a cadere sul tracciato canadese. A quel punto, Charles si è ritrovato doppiato e la squadra ha deciso di ritirare la monoposto, perché non aveva più troppo senso continuare a mettere chilometri su un motore che aveva già manifestato dei problemi.

Charles Leclerc, Scuderia Ferrari

Charles Leclerc, Scuderia Ferrari

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

"Il fatto che cambiamo motori spesso non è un buonissimo segno", ha detto Leclerc ai microfoni di Sky Sport F1, sottolineando che effettivamente quest'anno ci sono state parecchie rotazioni con le power unit in questa prima fase di stagione. "Detto questo, dobbiamo analizzare quale sia stato il problema oggi. Non so ancora quale sia, ma perdevo 1"5-1"2 nei rettilinei. E' stata una gara veramente difficile da gestire, perché poi avevo anche mille cose da fare sullo sterzo".

"Fino a che le condizioni sono state difficili, eravamo allo stesso passo di quelli che avevamo intorno. Quando poi la pista si è asciugata potevo prendere meno rischi che con la pista bagnata e quindi perdendo un secondo e mezzo mi facevo passare da tutti. Lì ho capito che la gara era finita", ha aggiunto.

Venerdì le cose non sembravano essere così negative per la Ferrari, quindi al monegasco è stato chiesto anche cosa sia andato storto poi: "Oggi il problema è stato il motore e basta, perché se togliamo 1"2 al passo di inizio gara, non eravamo messi malissimo. Ieri invece credo che sia un'altra cosa che dobbiamo riguardare ed analizzare. Ma ieri avevamo già perso la gara, poi oggi è successo quello che è successo".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Verstappen vince un Canada pazzo, mentre la Ferrari sprofonda
Prossimo Articolo F1 | Verstappen: "Gara folle, ma abbiamo gestito in modo perfetto"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia