Leclerc aveva le cinture slacciate: si è dovuto fermare!

Charles si è girato in testacoda al giro 36 a causa di un improvviso black out elettronico: convinto che fosse costretto al ritiro, il monegasco si è slacciato le cinture quando il motore è ripartito. Da ultimo ha provato a riprendere la pista e dopo un paio di giri si è dovuto fermare definitivamente perchè altrimenti avrebbe rischiato una squalifica.

Leclerc aveva le cinture slacciate: si è dovuto fermare!

Il ritiro di Charles Leclerc è il frutto di una ingenuità del giovane pilota monegasco. Al giro 36 Charles ha imboccato la chicane alla fine del terzo settore e si è girato in testacoda perché la SF1000 si è spenta all’improvviso per un improvviso problema elettronico, dopo aver siglato il giro prima il suo giro più veloce in gara in 1’23”968.

Sembra che a causare il black out sia stata una scordolata che ha mandato in crisi una centralina, per cui i sistemi della power unit sono andati automaticamente in protezione.

Leclerc, che si è trovato contromano in una posizione piuttosto pericolosa, ha chiesto via radio se poteva rimettere in moto la power unit, ma quando gli hanno dato l’ok il serpentone di monoposto era già sfilato e lui, intanto, si era slacciato le cinture di sicurezza, pensando di dover rientrare ai box a piedi.

Riavviato il motore, invece, Charles ha ripreso la via della pista, ma anziché rientrare ai box ha provato a vedere se la Rossa avesse la capacità di riprendere il giusto passo in gara chiudendo la tornata in 2’12”577.

Il effetti il propulsore 065/2 non sembrava aver accusato dei problemi dall’improvviso guasto elettrico, ma il pilota non si sentiva a suo agio nell’abitacolo perché non era bloccato dalle cinture di sicurezza.

Il muretto, allora, lo ha chiamato in pit lane dopo aver percorso il giro 37 in 1’33”153 e quello del rientro ai box in 1’27”527.

Non appena la Rossa si era fermata nella piazzuola del pit stop, i meccanici si sono dati da fare nel cercare di riallacciare le cinture e rimandare il monegasco in pista per completare il GP anche se desolatamente ultimo, ma visto che l’operazione richiedeva tempo la squadra ha scelto di fermare definitivamente Charles.

Una scelta oculata perché Leclerc avrebbe potuto essere squalificato dalla gara avendo percorso un paio di giri senza rispettare le prescrizioni di sicurezza. Ma certamente da questo episodio Charles avrà imparato qualcosa: non slacciarsi le cinture fino alla certezza dello stop della propria vettura.

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, si avvicina mentre Charles Leclerc, Ferrari SF1000, fa un testacoda

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, si avvicina mentre Charles Leclerc, Ferrari SF1000, fa un testacoda

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ferrari: senza prestazioni, né affidabilità

Articolo precedente

Ferrari: senza prestazioni, né affidabilità

Prossimo Articolo

Bottas soffre il nero Mercedes: "Mi ha fatto perdere 3 chili!"

Bottas soffre il nero Mercedes: "Mi ha fatto perdere 3 chili!"
Carica commenti
Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon" Prime

Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentato il Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max Prime

GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position numero 101 della carriera in occasione del GP d'Ungheria. L'inglese scatta davanti al compagno di team, Valtteri Bottas, mentre Max Verstappen è terzo: ma attenti all'olandese, che partirà con gomma Soft...

Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste" Prime

Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste"

In questa puntata di Piloti Top Secret, andiamo ad analizzare le qualifiche del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu. Lewis Hamilton conquista la pole numero 101 della carriera davanti al compagno Mercedes Valtteri Bottas ed alla Red Bull di Verstappen

Formula 1
31 lug 2021
Piola: "Le scelte tattiche Red Bull sono di chi si sta difendendo" Prime

Piola: "Le scelte tattiche Red Bull sono di chi si sta difendendo"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano il sabato di qualifica del Gran Premio d'Ungheria, caratterizzato da giochi di nervi e tattiche...

Formula 1
31 lug 2021
Chinchero: "McLaren davanti? Non darei per spacciata la Ferrari" Prime

Chinchero: "McLaren davanti? Non darei per spacciata la Ferrari"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentano le qualifiche del Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

Formula 1
31 lug 2021
Piola: "Il caldo torrido ha riservato delle sorprese" Prime

Piola: "Il caldo torrido ha riservato delle sorprese"

Il primo giorno in pista ha regalato qualche inaspettata sospesa. Colpa del caldo che, a quanto pare ha giocato qualche brutto scherzo a chi pensava di far bene. Franco Nugnes e Giorgio Piola, in questo nuovo video, analizzano le prove libere del Gran Premio d'Ungheria.

Formula 1
30 lug 2021
Bobbi: "RB16B di Max sottosterzante, bilanciamento da rivedere" Prime

Bobbi: "RB16B di Max sottosterzante, bilanciamento da rivedere"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu ci parlano ed analizzano le prove libere del venerdì del Gran Premio di Ungheria. Max Verstappen, partito coi favori del pronostico, non ha letto il mutare delle temperature e delle gomme che ha influito sulle performance della RB16B, al contrario di quanto fatto dagli uomini Mercedes

Formula 1
30 lug 2021
Chinchero: "Il caldo ha sorpreso tutti, tranne Bottas" Prime

Chinchero: "Il caldo ha sorpreso tutti, tranne Bottas"

In questa nuova podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentato il venerdì di prove libere del Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

Formula 1
30 lug 2021