Leclerc aveva le cinture slacciate: si è dovuto fermare!

Charles si è girato in testacoda al giro 36 a causa di un improvviso black out elettronico: convinto che fosse costretto al ritiro, il monegasco si è slacciato le cinture quando il motore è ripartito. Da ultimo ha provato a riprendere la pista e dopo un paio di giri si è dovuto fermare definitivamente perchè altrimenti avrebbe rischiato una squalifica.

Leclerc aveva le cinture slacciate: si è dovuto fermare!

Il ritiro di Charles Leclerc è il frutto di una ingenuità del giovane pilota monegasco. Al giro 36 Charles ha imboccato la chicane alla fine del terzo settore e si è girato in testacoda perché la SF1000 si è spenta all’improvviso per un improvviso problema elettronico, dopo aver siglato il giro prima il suo giro più veloce in gara in 1’23”968.

Sembra che a causare il black out sia stata una scordolata che ha mandato in crisi una centralina, per cui i sistemi della power unit sono andati automaticamente in protezione.

Leclerc, che si è trovato contromano in una posizione piuttosto pericolosa, ha chiesto via radio se poteva rimettere in moto la power unit, ma quando gli hanno dato l’ok il serpentone di monoposto era già sfilato e lui, intanto, si era slacciato le cinture di sicurezza, pensando di dover rientrare ai box a piedi.

Riavviato il motore, invece, Charles ha ripreso la via della pista, ma anziché rientrare ai box ha provato a vedere se la Rossa avesse la capacità di riprendere il giusto passo in gara chiudendo la tornata in 2’12”577.

Il effetti il propulsore 065/2 non sembrava aver accusato dei problemi dall’improvviso guasto elettrico, ma il pilota non si sentiva a suo agio nell’abitacolo perché non era bloccato dalle cinture di sicurezza.

Il muretto, allora, lo ha chiamato in pit lane dopo aver percorso il giro 37 in 1’33”153 e quello del rientro ai box in 1’27”527.

Non appena la Rossa si era fermata nella piazzuola del pit stop, i meccanici si sono dati da fare nel cercare di riallacciare le cinture e rimandare il monegasco in pista per completare il GP anche se desolatamente ultimo, ma visto che l’operazione richiedeva tempo la squadra ha scelto di fermare definitivamente Charles.

Una scelta oculata perché Leclerc avrebbe potuto essere squalificato dalla gara avendo percorso un paio di giri senza rispettare le prescrizioni di sicurezza. Ma certamente da questo episodio Charles avrà imparato qualcosa: non slacciarsi le cinture fino alla certezza dello stop della propria vettura.

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, si avvicina mentre Charles Leclerc, Ferrari SF1000, fa un testacoda

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, si avvicina mentre Charles Leclerc, Ferrari SF1000, fa un testacoda

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ferrari: senza prestazioni, né affidabilità

Articolo precedente

Ferrari: senza prestazioni, né affidabilità

Prossimo Articolo

Bottas soffre il nero Mercedes: "Mi ha fatto perdere 3 chili!"

Bottas soffre il nero Mercedes: "Mi ha fatto perdere 3 chili!"
Carica commenti
Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021
F1 2021: si scaldano i motori... via Play Station Prime

F1 2021: si scaldano i motori... via Play Station

Andiamo a dare uno sguardo da vicino alle prime immagini in-game di F1 2021, nuovo videogame ufficiale della Formula 1 ambientato in questa stagione

Formula 1
15 giu 2021
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

Formula 1
14 giu 2021
F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Formula 1
14 giu 2021