Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Qualifiche
Formula 1 GP di Monaco

F1 | Leclerc a Monaco regala alla Ferrari la 250esima pole position

Il monegasco ha centrato la partenza al palo nel GP di Monaco che è la prima per SF-24 in questa stagione. Charles ha preceduto la McLaren di Piastri e l'altra rossa di Sainz. In difficoltà Verstappen solo sesto con la Red Bull: il tre volte campione dle mondo è preceduto anche da Norris, quarto, e Russell, quinto.

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

E' il giorno della Resurrezione pur non essendo Pasqua. Charles Leclerc coglie una pole strepitosa nelle qualifiche del GP di Monaco regalando al Cavallino la 250esima partenza al palo: il ferrarista ha dato un saggio del suo talento cristallino, perch. è andato in qualifica con un motore diverso dopo che era emerso un problema su un sensore. Sulle stradine di casa il monegasco conquista la terza partenza al palo a Monte Carlo e si candida al successo di domani dopo aver firmato la 24esima pole position in carriera, raggiungendo due campioni come Niki Lauda e Nelson Piquet. Charles era a bocca asciutta da Ls Vegas 2023 e si è dovuti tornare su un circuito con il tappeto verde per vedere la Scuderia gioire al sabato.

Charles con la Ferrari SF-24 è arrivato a un soffio dal record assoluto della pista che resiste con Lewis Hamilton dal 2019. Il Principe con le soft è arrivato a 1'12"270 e gli è mancato meno di un decimo per siglare il nuov primato. Alla Ferrari non interessava il tempo quanto la posizione in pista e la rossa può contare anche sulla terza posizione di Carlos Sainz. Lo spagnolo paga 248 millesimi dal compagno e sembra rassegnato all'idea di aiutare il monegasco a rompere la "maledizione" di Monaco .

Oscar Piastri con la McLaren colorata di giallo e di verde in onore di Ayrton Senna si è infilato a cuneo fra le due rosse, pagando un distacco di soli 154 millesimi nonostante un paio di piccole sbavature che non hanno reso il giro dell'australiano perfetto.

La squadra diretta da Andrea Stella è costante nel mettere sempre una nacchina nella conzione di sfidare chi parte davanti. Anche a Imola sarebbe toccato a Oscar andare in caccia di Verstappen, ma Piastri si era meritato tre posizioni di penalizzazione. A Monaco si è voluto riprendere ciò che gli è mancato in Emilia Romagna, lasciando alle spalle Lando Norris quinto.

I primi sei sono stati raccolti in un paio di decimi e può godere anche la Mercedes che ha portato George Russell in quinta posizione con una W15 dotata di un'ala anteriore diversa, pensataer cercare di capire quale fosse il problema aerodinamico che assilla la freccia nero-argento. L'inglese si è visto superare da Norris per un millesimo di secondo, ma la squadra di Brackley, su una pista solitamente ostica alla Stella, ha dato i primi veri segni di risveglio. Lewis Hamilton con una vettura più tradizionale è settimo subito dietro a Max Verstappen.

L'olandese oggi non ha fatto il miracolo. Anzi nel tentativo di limare qualche millesimo con una Red Bull non al top si è appoggiato alle barriere in uscita da Saint Devote: il tre volte campione del mondo è relegato alla terza fila con un sesto posto che testimonia le difficoltà di messa a punto della RB20 nonostante la presenza di Adrian Newey nei box di Milton Keynes. Max è caduto in un piccolo errore per andare oltre il limite della macchina (Sergio Perez lo si trova solo al 18esimo posto!).

Continua la sua sequenza positiva Yuki Tsunoda con la Racing Bull: è ottimo ottavo in griglia confermando le solide prestazioni di tutto il week end. Sorride anche Alexander Albon nono con una Williams tutt'altro che irresistibile. Fra gli eroi di giornata è giusto metterci Pierre Gasly: il francese porta l'Alpine in Q3, dopo una strepitosa quinta piazza assoluta in Q2. Vuole restare nel team di Enstone e sembra intezionato a prendersi la squadra sulle spalle.

Resta fuori dalla Q3 Esteban Ocon con la seconda Alpine: il francese precede Nico Hulkenberg con la Haas.

Il tedesco, suo malgrado è destinato a perdere tre posizioni in griglia per un impiding ai danni proprio di Ocon alla curva del Casinò, mentre Kevin Magnussen ha chiuso 15esimo, vale a dire ultimo della Q2.

Daniel Ricciardo si è lamentato di aver sfruttato male il primo treno nella frazione mezzana, sta di fatto che l'australiano continua a pagare un gap importante nei confronti di Tsunoda che è stato più rapido di quattro decimi.

Lance Stroll è 14esimo con l'Aston Martin: il canadese è entrato nella seconda frazione e più di tanto non poteva sperare con una AMR24 poco a suo agio sulle stradine del Principato. Per Lance basta essere stato davanti al compagno di squadra.

La Q1 elimina due grandi protagonisti: Fernando Alonso con l'Aston Martin non supera la prima tagliola piazzandosi al 16esimo posto. Lo spagnolo paga tre decimi da Stroll che passa agevolmente con la AMR24 rivista dopo Imola. L'asturiano ha pagato il traffico dopo la Rascasse, ma la sua esclusione resta incredibile.

Dietro alla "verdona" c'è Logan Sargeant con la Williams: l'americano è stato beffato nella posizione da Alonso per 1 millesimo di secondo. Stupisce ancora di più la 18esima posizione di Sergio Perez con la Red Bull: il messicano ha pagato solo tre decimi dl compagno di squadra, in una griglia che era cortissima. Questa posizione compromessa contribuirà a rimettere in discussione la conferma di Checo che sta registrando un crollo nelle sue prestazioni come l'anno scorso.

Male le due Sauber che occupano l'ultima fila: l'unica sodisfazione di Valtteri Bottas è stata quella di essersi messo alle spalle il compagno Guanyu Zhou, ma gli aggiornamenti portati non hanno dato un granché...

   
1
 - 
4
   
   
1
 - 
2
   
Cla Pilota # Telaio Motore Giri Tempo Distacco km/h
1 Monaco C. Leclerc Ferrari 16 Ferrari Ferrari 6

1'10.270

  170.957
2 Australia O. Piastri McLaren 81 McLaren Mercedes 6

+0.154

1'10.424

0.154 170.583
3 Spain C. Sainz Jr. Ferrari 55 Ferrari Ferrari 8

+0.248

1'10.518

0.094 170.356
4 United Kingdom L. Norris McLaren 4 McLaren Mercedes 6

+0.272

1'10.542

0.024 170.298
5 United Kingdom G. Russell Mercedes 63 Mercedes Mercedes 7

+0.273

1'10.543

0.001 170.296
6 Netherlands M. Verstappen Red Bull Racing 1 Red Bull Red Bull 7

+0.297

1'10.567

0.024 170.238
7 United Kingdom L. Hamilton Mercedes 44 Mercedes Mercedes 6

+0.351

1'10.621

0.054 170.108
8 Japan Y. Tsunoda AlphaTauri 22 RB Red Bull 6

+0.588

1'10.858

0.237 169.539
9 Thailand A. Albon Williams 23 Williams Mercedes 6

+0.678

1'10.948

0.090 169.324
10 France P. Gasly Alpine 10 Alpine Renault 8

+1.041

1'11.311

0.363 168.462

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente LIVE Formula 1 | Gran Premio di Monaco, Qualifiche
Prossimo Articolo F1 | Leclerc: "Pole? Dobbiamo completare l'opera, ma siamo migliori ora"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia