Lauda: "La Sauber lotti contro la sua incapacità"

L'austriaco spara a zero contro il team svizzero e la Kaltenborn per il ricorso alla Commissione Europea

A Niki Lauda non bisogna pestare la coda, altrimenti la reazione del presidente non esecutivo del team Mercedes può essere molto velenosa. Intervistato da un magazine svizzero, Handelszeitung, l'austriaco ha attaccato duramente la Sauber, squadra che ha presentato un ricorso alla Commissione Europea contro la governance della Formula 1 insieme alla Force India.

Lauda è stato molto tagliente con il team di Hinwil e sulla sua conduzione: “Il problema è che per anni la Sauber non ha saputo costruire una monoposto che potesse competere con i top team. Monisha Kaltenborn ha il suo stile nel condurre una squadra. A mio parere ho ravvisato delle incongruenze che erano vicine al limite. Se i piloti che hanno pagato non possono correre, o se le loro monoposto vengono sequestrate prima di un Gp, tutto questo è semplicemente stupido“.

Ma Niki non aveva tanto voglia di accendere i riflettori sul caso di Giedo Van der Garde, quanto aprire poi una finestra sul ricorso che la Sauber ha presentato alla Commissione Europea:
“La Sauber è parte del Circus, ha firmato il Patto della Concordia dove tutto è regolato nei minimi dettagli. Non può dire quindi: "Questo accordo improvvisamente non è valido". Faccio fatica a capire il ragionamento. In Formula 1 ci sono sempre state le squadre che vincono e quelle che stanno dietro. Come in ogni altro sport. Non è pensabile che una team che accumuli solo debiti cerchi come estremo tentativo di mettere in discussione l’intero sistema. Ognuno è responsabile di sé stesso. In Sauber devono combattere con la loro stessa incapacità“.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Marcus Ericsson , Felipe Nasr
Articolo di tipo Commento