Lauda: "Il nostro margine di sviluppo si è ridotto"

Secondo l'austriaco la Ferrari potrà sviluppare maggiormente la monoposto rispetto alla Mercedes

Quando Niki Lauda proferisce parola, raramente le sue affermazioni sono banali. Il tre volte campione del mondo austriaco, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, si è sbilanciato su quello che potrà essere l'andamento della prossima stagione, indicando la Ferrari come rivale più temibile per la conquista al titolo.

Proprio la scuderia di Maranello è indicata da Lauda quale team da tenere d'occhio, anche in considerazione della tanto chiacchierata collaborazione con il team Haas"La Ferrari potrà sviluppare il telaio, l'aerodinamica ed anche la power unit più facilmente rispetto a noi. La Mercedes ha lavorato duramente sulla power unit per essere pronta alla nuova era della propulsione ibrida, ma il nostro margine di sviluppo, a questo punto, sarà ridotto. A Maranello hanno sempre detto che noi avevamo una maggiore esperienza con l'ibrido rispetto alla concorrenza e questo vantaggio ci ha consentito di mantenere un margine sino alla fine della stagione".

Secondo l'austriaco, per capire quale piega prenderà il campionato 2016 si dovrà guardare con attenzione alle prime gare della stagione: "Credo che le prime tre gare della stagione saranno fondamentali per capire come andrà il campionato. La Ferrari è tornata ad essere competitiva, basta vedere come hanno recuperato il gap dal 2014 al 2015".

Lauda, infine, ha speso parole di elogio per Sebastian Vettel, indicando il quattro volte campione del mondo quale elemento fondamentale per la rinascita della Ferrari"Vettel ci ha dato molto da pensare. E' un pilota veloce, ha vinto delle gare e la sua fame di vittorie è cresciuta in questa stagione. Sono già sulla strada giusta per progredire ulteriormente".

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie