F1 | La Red Bull scarica Juri Vips: rescisso il contratto

Al termine della indagine scaturita a seguito delle frasi razziste pronunciate dall'estone durante una partita online, il team di Milton Keynes ha deciso di rescindere il contratto con Vips. Ha ufficializzato la notizia proprio oggi, quasi a voler sottilineare qual è l'atteggiamento del team, senza volere entrare nella polemica che si è scatenata per l'epiteto che Nelson Piquet ha riservato a Lewis Hamilton.

F1 | La Red Bull scarica Juri Vips: rescisso il contratto
Carica lettore audio

È costata carissima a Juri Vips una partita online a Call of Duty.  Il pilota estone, membro del vivaio Red Bull dal 2018, è stato messo alla porta dal team di Milton Keynes a conclusione della indagine svolta per accertare le sue responsabilità in merito a frasi di stampo razzista pronunciate mentre giocava in streaming su Twitch.

Vips, impegnato a giocare con il compagno di Academy e rivale in Formula 2 Liam Lawson, non si è contenuto al microfono ed il suo linguaggio non è stato assolutamente tollerato dalla Red Bull che in un primo momento ha deciso di sospendere il rapporto con l’estone.

Il team di Milton Keynes ha condannao gli abusi di qualsiasi tipo ed ha sottolineato la politica di tolleranza zero nei confronti del linguaggio o del comportamento razzista.

Juri Vips, Red Bull Racing RB18

Juri Vips, Red Bull Racing RB18

Photo by: Carl Bingham / Motorsport Images

Vips, subito dopo l’accaduto, si è scusato via social utilizzando i propri canali: “Mi scuso senza riserve per il linguaggio offensivo usato durante una diretta di gioco. Questo linguaggio è del tutto inaccettabile e non rappresenta i valori e i principi che ho. Mi pento profondamente delle mie azioni e questo non è l'esempio che voglio dare. Collaborerò pienamente con le indagini".

Le scuse di Juri, però, non sono bastate ed oggi per l’estone è arrivata la doccia fredda. Tramite un comunicato diffuso sui propri canali social, la Red Bull ha annunciato l’interruzione immediata di ogni rapporto con Vips.

Il pilota estone, quindi, non sarà più test driver e pilota di riserva. Nel comunicato, inoltre, il team di Milton Keynes ha ribadito come non venga tollerata qualunque forma di razzismo.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Calendario 23: sosta invernale lunga, si debutta a febbraio?
Articolo precedente

F1 | Calendario 23: sosta invernale lunga, si debutta a febbraio?

Prossimo Articolo

Video F1 | Ceccarelli: "Leclerc non guardi la classifica ma GP per GP"

Video F1 | Ceccarelli: "Leclerc non guardi la classifica ma GP per GP"