La nuova Ferrari si vedrà fra il 28 e il 30 gennaio

La Rossa migliora in galleria e aumenta il carico aerodinamico. Da Mercedes arriva il motorista Cornebois

La nuova Ferrari si vedrà fra il 28 e il 30 gennaio

La nuova Ferrari si vedrà fra mercoledì 28 gennaio e venerdì 30. Verrà mostrata online, come la F14 T, senza la tradizionale presentazione che in passato ne aveva fatto un evento vero e proprio. Come avevamo anticipato dopo l'incontro al pranzo di Natale, Maurizio Arrivabene non vuole perdere un minuto nel lavoro di sviluppo in galleria del vento (preparare il vernissage sarebbe costato due o tre giorni di stop!). tanto più che il primo telaio dovrà essere spedito a Jerez, dove dal 1 al 4 febbraio, si effettuerà la prima sessione di test invernali collettiva.

Ieri a Maranello c'è stato un importante meeting tecnico con i responsabili dei vari reparti che hanno definito i piani di sviluppo della monoposto che si porta ancora dietro la sigla di progetto 666 in attesa che venga battezzata con un nome effettivo. La sensazione è che alcuni aspetti di progetto della vettura siano in grande evoluzione e non è da escludere che al debutto della stagione europea si possa già vedere una Ferrari con molti cambiamenti rispetto a quella che vedremo in Spagna. Insomma vedremo una Gestione Sportiva molto attiva, rispetto all'immobilismo del 2014...

I dati del simulatore ora sono più positivi: i primi feed back dei collaudatori indicano la nascita di una monoposto più facile da guidare rispetto alla F14 T e più sincera nelle reazioni, segno che sarebbero stati corretti gli errori che hanno pesantemente condizionato il rendimento della Rossa dello scorso anno.

Anche se la base del progetto avviato da Nicholas Tombazis era figlio della F14 T, Simone Resta, nuovo chief designer, ha apportato numerosi cambiamenti al lay out della monoposto che ha abbandonato alcune soluzioni estreme come il serbatoio dell'olio montato nel cambio, tornando a scelte più tradizionali, ma efficaci, mentre non è stata abiurata la sospensione anteriore con il criticato schema pull rod.

Al "ragno", il simulatore che è stato appena sviluppato con un nuovo software, c'è un clima più positivo, perché i dati che emergono è che la nuova Ferrari avrebbe recuperato buona parte del carico aerodinamico mancante l'anno scorso. Fra i tecnici del Cavallino, insomma, c'è un moderato ottimismo per l'innegabile salto di qualità che sarebbe stato fatto. Ovviamente un bilancio lo si potrà fare solo dopo che si sarà vista la macchina reale in pista in Andalusia al confronto con i diretti avversari.

Ma il clima sembra cambiato nella Gestione Sportiva: Maurizio Arrivabene avrebbe portato una ventata di ottimismo che non guasta, ridando valide motivazioni a molti tecnici che erano stati messi in disparte con la gestione Fry-Tombazis. E' come se si fosse tolto un... tappo alla crescita di alcuni ingegneri che ora avranno l'opportunità di far vedere di cosa sono davvero capaci.

Entro fine settimana dovrebbe arrivare a Maranello un motorista di seconda fascia che ha lavorato a Brixworth sulla power unita 106A della Mercedes. Si tratta di Cedric Cornebois, l'uomo della Stella a tre punte specializzato in combustione che potrà dare utili indicazioni sullo sviluppo del 6 cilindri turbo del Cavallino che, finalmente, potrà andare con un'iniezione a 500 bar, mentre lo 059/3 era stato omologato con una soglia molto più bassa (si dice 350 bar) per non compromettere l'affidabilità di alcune parti.

condivisioni
commenti
McLaren: ecco il primo scatto della MP4-30

Articolo precedente

McLaren: ecco il primo scatto della MP4-30

Prossimo Articolo

Ferrari: la AVL realizza il banco dinamico per la Rossa

Ferrari: la AVL realizza il banco dinamico per la Rossa
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Autore Franco Nugnes
Podcast, Bobbi: "Hamilton, un 'ingegnere' al volante" Prime

Podcast, Bobbi: "Hamilton, un 'ingegnere' al volante"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu l'andamento delle prime prove libere del GP di Spagna di Formula 1. A stupire è l'abilità di Hamilton di effettuare del "fine tuning" seguendo via radio le indicazioni del suo ingegnere di pista

Piola: "Bene la Ferrari, ma non illudiamoci al venerdì" Prime

Piola: "Bene la Ferrari, ma non illudiamoci al venerdì"

Si apre ufficialmente il weekend del Gran Premio di Spagna. Nella giornata del venerdì di prove libere, domina Mercedes, ma è da evidenziare un piccolo segno di forza da parte della Ferrari. Attenzione a non illudersi, è solo venerdì. Andiamo ad analizzare quanto visto in pista in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola.

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP di Spagna Prime

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP di Spagna

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano nel podcast le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di Spagna, quarto appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1. Buon ascolto!

Piola: "Barcellona da massimo carico, ma non per Red Bull" Prime

Piola: "Barcellona da massimo carico, ma non per Red Bull"

Andiamo a scoprire le ultime novità tecniche delle scuderie di Formula 1 direttamente da Barcellona, dove il nostro Giorgio Piola è riuscito a carpirle sin nel dettaglio

Formula 1
6 mag 2021
F1 Stories: GP Portogallo 2021 Prime

F1 Stories: GP Portogallo 2021

Andiamo a rivivere le emozioni del GP del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di Formula 1

Formula 1
6 mag 2021
Ecco come Alpine ha iniziato a risalire la china Prime

Ecco come Alpine ha iniziato a risalire la china

Dopo un avvio di stagione a dir poco deludente, Alpine ha sfoderato un'ottima prestazione al GP del Portogallo con Ocon e Alonso. Ecco cosa c'è dietro ai miglioramenti delle A521 e perché potrebbero ripetersi anche al Montmelò, pista che nel 2021 le fece faticare.

Formula 1
5 mag 2021
Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo" Prime

Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"

Franco Nugnes, in compagnia del Dottor Ceccarelli, affronta il tema dell'ennesimo caso di sindrome compartimentale in MotoGP. Fabio Quartararo si è dovuto arrendere al dolore durante il GP di Spagna: classe regina in allarme?

MotoGP
5 mag 2021
Podcast, Bobbi: "Track limits, situazione da risolvere" Prime

Podcast, Bobbi: "Track limits, situazione da risolvere"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio del Portogallo con Matteo Bobbi, due volte campione del mondo FIA GT e telecronista Sky Sport F1, e Marco Congiu. A Portimao Lewis Hamilton segna la vittoria numero 97 della carriera davanti a Verstappen e Bottas. A tenere banco sono le polemiche sull'annullamento del Giro più Veloce dell'olandese a seguito del superamento dei track limits

Formula 1
4 mag 2021