La Mercedes non funziona, Hamilton critica la squadra

Il campione del mondo nel ruolo di comparsa a Monaco: Lewis è solo settimo dopo le qualifiche perché la sua Mercedes non manda le gomme nella giusta finestra di temperature. Hamilton accusa il team di non aver fatto tutto quello che era necessario e non capisce come Bottas sia stato in grado di arrivare a ridosso della Red Bull di Verstappen. L'epta campione è poco fiducioso per la gara.

La Mercedes non funziona, Hamilton critica la squadra

Le sorprese di giornata arrivate dal sabato di Monte Carlo sono soprattutto due: la pole position conquistata da Charles Leclerc, e il settimo posto di Lewis Hamilton.

Chi si aspettava il colpo a sorpresa è rimasto deluso, perché oggi sulle diciannove curve di Monaco Hamilton non è mai stato in lotta per la prima fila.

A rendere ancora più difficile la giornata di Lewis è stata la performance di Valtteri Bottas, che ha portato la W12 in terza posizione confermando un tempo più veloce di mezzo secondo.

Un margine nel quale si sono infilati Carlos Sainz, Lando Norris e Pierre Gasly. Ed Hamilton ha tuonato, qualcosa non ha funzionato e Lewis ha fatto capire che ne parlerà con la squadra… “ a porte chiuse”.

“Giovedì non mi sentivo male con la monoposto – ha commentato Hamilton – penso che in generale avessimo un ritmo migliore rispetto ad oggi. Ma il lavoro che abbiamo fatto per migliorare la vettura non è andato nella giusta direzione, e oggi abbiamo visto i risultati".

"È una questione di gomme, semplicemente non siamo riusciti a farle funzionare, e questo per tutta la durata delle qualifiche. Abbiamo molto lavoro da fare, ma non ho risposte da dare ora, ho provato a rimediare qualcosa lavorando sul setup ma senza successo. Abbiamo completamente perso la strada”.

L’amarezza di Hamilton apre una piccola crepa che nelle giornate particolarmente negative emerge inevitabilmente.
“Stasera mi confronterò con gli ingegneri – ha proseguito – o, forse, ne parleremo dopo il weekend, perché ci sono alcune cose che avrebbero dovuto essere state fatte, ed invece… non sono state fatte. Ma impareremo dagli errori, e ci presenteremo più forti alla prossima gara”.

Poi Lewis ha raddrizzato un po' il tiro:
“Non posso dire molto al riguardo, e non voglio essere critico nei confronti della squadra, ne parleremo a porte chiuse. Dal mio punto di vista è un po' frustrante, e dobbiamo lavorare di più”.

C’è però ancora una gara da disputare, e dei danni da limitare considerando che Max Verstappen scatterà dalla prima fila, con la chance di poter azzerare il margine che Hamilton ha costruito nelle prime quattro gare stagionali.
“Siamo fuori dai giochi per la vittoria – ha subito chiarito – potenzialmente l’unica variabile che potrebbe aiutarmi è la pioggia, ma non credo che ci sia una grande probabilità di disputare una gara bagnata, anche se sarebbe bello. Sono molto arrabbiato, giovedì ero più fiducioso, pensavo che sarei stato in grado di lottare per le prime tre posizioni”.

Hamilton ha concluso sul finale con un’analisi più tecnica, che spiega i motivi che hanno condizionato il sabato di Monte Carlo:
“Abbiamo qualche difficoltà in generale nel riuscire a portare in finestra le gomme, e questo aspetto è stato amplificato dal fatto che Monte Carlo è ovviamente un circuito che porta meno energia. Poi oggi la temperatura si è abbassata rispetto a giovedì, non ho idea di come abbia fatto Valtteri a fare quel tempo, ma da parte mia ho sentito un barlume di grip solo nell’ultimo giro. Ovviamente il settimo posto non è la posizione ideale da cui partire a Monaco, ma c’è poco da fare, vedrò se ci sarà modo per recuperare qualche posizione”.

condivisioni
commenti
Giovinazzi super: "L'obiettivo ora è restare in top 10"
Articolo precedente

Giovinazzi super: "L'obiettivo ora è restare in top 10"

Prossimo Articolo

Piola: "Ferrari strepitosa, ha carico a bassa velocità"

Piola: "Ferrari strepitosa, ha carico a bassa velocità"
Carica commenti
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021