La Ilmor partecipa al bando del motore standard FIA

Mario Illien ha presentato una proposta insieme a Cosworth e AER. Ma nel paddock cono molti gli scettici

Mario Illien, titolare della Ilmor, ha ammesso di aver presentato la partecipazione al bando della FIA che cerca un motorista per il 2017 in modo da offrire un propulsore alternativo ai team clienti di Formula 1 che non sono in grado di sostenere i costi delle power unit. Lo svizzero, però, figura anche come probabile consulente di Renault nello sviluppo del 6 cilindri turbo Energy dei francesi su spinta della Red Bull Racing.

Il tender è stato aperto dalla Federazione Internazionale il 13 novembre e sarà chiuso lunedì 23 novembre: il “motore standard” dovrebbe costare circa 6/7 milioni di euro a stagione e dovrà avere una potenza di circa 870 cavalli con una cilindrata massima di 2,5 litri con sovralimentazione che potrà essere bi-turbo e con un peso non superiore a 135 kg. Non è prevista l’adozione del recupero dell’energia cinetica. Oltre alla Ilmor è probabile la partecipazione al bando della Cosworth e dell’AER.

Nel paddock sono in molti a sostenere che si tratti solo di uno specchietto per le allodole nella speranza di abbattere i costi delle attuali power unit che costano più di 20 milioni all’anno. Ogni Costruttore dovrà presentare che tipo di progetto intende portare avanti con i target che sono stati indicati dalla Federazione.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie