La FOM studia la diretta dei Gp streaming online

Pare che Ecclestone si sia convinto che è giunto il momento di investire nel web per creare una community internazionale

Bernie Ecclestone non ha mai creduto sulle potenzialità del web, ma ora è pronto a ricredersi. La FOM, infatti, sta sviluppando un'applicazione per permettere agli appassionati di assistere ai Gran Premi di Formula 1 streaming online. Sarebbe una rivoluzione epocale nel tentativo di riagganciare gli appassionati più giovani che la comunicazione la cercano sugli smartphone, i tablet e i computer e snobbano la televisione.

Del resto il sondaggio che la GPDA, l’associazione dei piloti presieduta da Alex Wurz, ha condiviso con Motorsport.com ha evidenziato che c'è un distacco fra le nuove generazioni e la Formula 1 e che il fenomeno della "pirateria" informatica per vedere in diretta i Gp senza accedere alla pay-tv è in crescita, segno che il fenomeno non va represso (come è successo fino a oggi), ma governato.


La sperimentazione è già attiva, ma la messa in onda non è ancora prevista nel 2016: si parla di rendere visibile una gara al prezzo promozionale di 1 euro, se si considera che la singola partita del campionato di calcio di Serie A viene offerta da Sky a 8 euro e da Mediaset Premium a 10 euro. Una stagione di Formula 1 costerebbe appena 20 euro, vale a dire l’equivalente di due pizze e due Coca Cola: una cifra certamente abbordabile anche per i più giovani e squattrinati. La diretta online dovrebbe godere di una regia propria con immagini diverse da quelle trasmesse per il segnale televisivo internazionale.

Se gli ascolti televisivi sono in costante calo, ci potrebbe essere il modo di costruire un’inversione di tendenza intercettando un pubblico più giovane. Non solo, ma la FOM avrebbe modo di creare una community globale che potrebbe aggregare numeri molto importanti, rendendo la piattaforma particolarmente appetibile anche dal punto di vista promo-pubblicitario, tanto più che il web è accessibile anche in Paesi che non dispongono di una rete televisiva interessata a trasmettere le gare di Formula 1, per cui il bacino mondiale potrebbe allargarsi a dismisura rispetto alla tradizionale copertura assicurata dalle tv.

Le squadre sembrano molto interessate affinché si possano incrementare i ricavi e i proventi che possono poi essere spartiti dai team: insomma, si è aperta una finestra sul futuro che potrebbe cambiare il modo in cui la Formula 1 può essere percepita dal grande pubblico...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie