La farsa: sotto investigazione i piloti lentissimi in Q3

Il collegio dei commissari sportivi ha chiamato i tre piloti che si sono resi protagonisti della indecorosa processione nel giro di lancio nell'ultimo run della Q3. La FIA prenderà drastici provvedimenti visto che i campioni di F1 sono da esempio per i giovani del movimento?

La farsa: sotto investigazione i piloti lentissimi in Q3

La FIA ha messo sotto inchiesta il giro di lancio del secondo run della Q3 del GP d’Italia e non è da escludere che scatti qualche provvedimento da parte del collegio dei commissari sportivi perché non ha senso punire esemplarmente i ragazzini della Formula 3 se poi a dare il pessimo esempio sono i campioni della F1.

I tre piloti (Sainz, Hulkenberg e Stroll) che sono scesi in pista nel finale della sessione finale creando il tappo al gruppo (mancava Raikkonen che ha sbattuto l’Alfa Romeo alla Parabolica) devono presentarsi dai commissari sportivi che hanno il compito di derimere la questione cercando eventuali responsabilità.

 

Consapevoli che il primo che avrebbe cominciato a tirare avrebbe fatto da cavia per regalare la scia agli altri, si è formato un gruppo di monoposto che procedevano lentamente come si fossero nel traffico nel centro di Milano.

Solo Carlos Sainz è riuscito a lanciarsi per l’ultimo giro lanciato, mentre Charles Leclerc ha superato la linea del traguardo prima che venisse agitata la bandiera a scacchi, ma consapevole di aver agguantato la pole position ha abortito il giro che era inutile e ha iniziato a festeggiare la quarta pole stagionale della Ferrari e la seconda consecutiva dopo quella della scorsa settimana a Spa.

Leggi anche:

Lo spettacolo che è stato offerto al pubblico italiano è stato indecoroso e anti-sportivo.

Leclerc, in pole position, ha dichiarato: "Sono contento della pole ma è un peccato che alla fine ci sia stato un gran casino", mentre Stroll ha descritto la situazione come uno "spettacolo comico".

Venerdì, nelle qualifiche della F3 17 dei 30 piloti in griglia sono stati penalizzati per il loro comportamento: cosa succederà ai più blasonati colleghi?

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Alex Albon, Red Bull RB15, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, esce dai box
Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Alex Albon, Red Bull RB15, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, esce dai box
1/7

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, e Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, e Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
2/7

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
3/7

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
4/7

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, e Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, e Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
5/7

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19 e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19 e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
6/7

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 e Charles Leclerc, Ferrari SF90 nel garage ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF90 e Charles Leclerc, Ferrari SF90 nel garage ferrari
7/7

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Hamilton: "La scia conta, anche se così è stato pericoloso"
Articolo precedente

Hamilton: "La scia conta, anche se così è stato pericoloso"

Prossimo Articolo

Il caso: Vettel abbocca all'amo di Leclerc che resta in pole

Il caso: Vettel abbocca all'amo di Leclerc che resta in pole
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021