Kvyat: "Adesso anch'io ho l'AlphaTauri in mano"

Il pilota russo dopo il quarto posto conquistato a Imola nel GP dell'Emilia Romagna ci spiega come mai ha faticato molto nella prima parte della stagione 2020: Daniil non si è sentito a suo agio con lo sterzo della AT01 e solo dopo le novità introdotte in Belgio al servosterzo (ma non solo) ha acquisito la necessaria fiducia nei confronti della monoposto faentina. E per questo ringrazia gli uomini del team che lo hanno seguito nelle modifiche.

Kvyat: "Adesso anch'io ho l'AlphaTauri in mano"

Daniil Kvyat è stato ripagato dal quarto posto conquistato nel GP dell’Emilia Romagna con l’AlphaTauri. Il pilota russo adesso lo ammette candidamente, ma ha affrontato la prima parte della stagione di Formula 1 con un feeling limitato sulla AT01.

Del resto parlavano chiaramente le prestazioni che non erano minimamente confrontabili con quelle del compagno di squadra, Pierre Gasly: basti dire che nelle prime sei gare disputate Daniil ha conquistato solo due punti iridati contro i diciotto del francese che poi ha anche vinto a sorpresa il GP d’Italia.

Poi dal GP del Belgio a Spa Francorchamps le cose hanno cominciato a cambiare, perché Kvyat ha migliorato il suo feeling con la monoposto di Faenza dopo le modifiche che sono state apportate allo sterzo dai tecnici della squadra che non hanno rinunciato all’idea di metterlo nella condizione di dare il suo meglio.

Dalla gara belga il russo ha conquistato quattro piazzamenti nella top ten e all’Enzo e Dino Ferrari ha colto il miglior piazzamento stagionale con un eccellente quarto posto.

E, anche se a Imola ha saputo ufficialmente che la Red Bull non gli rinnoverà il contratto per il 2021 in AlphaTauri (per fare spazio al giapponese Tsunoda). Kvyat ha voluto elogiare l’abnegazione con cui la squadra ha lavorato per cercare di risolvere i problemi di adattamento di Daniil…

"Quando ho iniziato la stagione non ero completamente a mio agio con la macchina e non avevo un buon feeling con lo sterzo - ha detto a Motorsport.com – quindi abbiamo dovuto lavorare sulla macchina cambiando alcune cose nell’area dello sterzo nel tentativo di migliorare il mio feeling sull’anteriore”.

“Ciò ha significato che ho dovuto rinunciare ad alcune cose, e poi ho dovuto riscoprire alcune caratteristiche della macchina, ma da lì in poi abbiano iniziato ad andare molto meglio. Certo abbiamo dovuto intervenire sul set up, ma il feeling con la macchina è cresciuto. Mi sentivo più a mio agio”.

Kvyat non voleva rivelare i dettagli delle modifiche che l’AlphaTauri gli ha fatto…
“Non posso entrare nei dettagli – ha spiegato Daniil - , ma ci sono cose che si possono fare per migliorare la sensazione della guida. Ad esempio, si può intervenire sul servosterzo, ma ci sono anche altri interventi utili”.

“Abbiamo fatto una scommessa, perché intervenire durante la stagione è un rischio, perché se si sbaglia strada si rischia di andare anche peggio, ma fortunatamente le cose sono migliorate".

"Da un certo punto mi sono sentito molto più competitivo con prestazioni più vicine a quelle di Pierre. Lui è parso a suo agio dall'inizio della stagione, mentre io no. Lui ha svolto un lavoro fantastico, ovviamente, ma si è subito trovato a suo agio con la AT01, mentre io dovuto aspettare che i ragazzi del team trovassero il modo per mettermi nella condizione di dare il mio meglio. E per questo che li voglio ringraziare…”.

condivisioni
commenti
Ferrari: nel diffusore c'è anche il doppio fondo della SF71H
Articolo precedente

Ferrari: nel diffusore c'è anche il doppio fondo della SF71H

Prossimo Articolo

Ghini: "Simulatori? Meglio test bonus da 2000 km in pista"

Ghini: "Simulatori? Meglio test bonus da 2000 km in pista"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021