Il Mugello è il circuito al mondo più sostenibile

Secondo il Sustainable Circuits Index che ha preso in considerazione 96 tracciati permanenti del globo è stata stilata una classifica da Enovation Consulting e Right Hub che ha sottoposto gli impianti a una verifica che comprendeva 21 criteri diversi sul tasso ecologico. La struttura della Ferrari è seguita da Barcellona e Paul Ricard. Anche Monza ha ottenuto una stella fra i circuiti di F1.

Il Mugello è il circuito al mondo più sostenibile

All’Italia arriva un altro riconoscimento importante: il circuito del Mugello è risultato il migliore al mondo nell’indice che definisce i circuiti più sostenibili. Dietro al tracciato toscano che è solitamente teatro del GP d’Italia di MotoGP e che l’anno scorso ha ospitato il GP di Toscana si sono classificate le piste di Barcellona e del Paul Ricard.

La classifica che è stata stilata da Enovation Consulting e Right Hub in un libro bianco comprende 96 impianti che sono stati sottoposti a una verifica di 21 criteri diversi per definire una graduatoria che definisse gli impianti più ecologici in funzione nel globo e solo 31 di questi hanno dimostrato e divulgato alcune credenziali di sostenibilità.

Il rapporto, pubblicato mercoledì 21 luglio, si basa su prove raccolte tra agosto e dicembre dello scorso anno. L'obiettivo è che possa diventare un rapporto annuale per giudicare come i circuiti stiano migliorando le proprie credenziali.

Il Mugello, in una valutazione che va da uno a quattro, ha raggiunto unico le quattro stelle: la pista di proprietà della Ferrari utilizza il 100% di energia rinnovabile e produce il 25% del suo fabbisogno energetico annuale utilizzando i pannelli solari. L’impianto dispone inoltre di un sistema di recupero dell'acqua piovana per l'utilizzo nei servizi igienici e per l'irrigazione del verde.

Ci sono anche un molte fontane a disposizione dei tifosi e del personale delle squadre per ridurre al minimo la necessità di bottiglie di plastica.

Il Mugello ha ottenuto una votazione di 48/100 davanti a Barcellona (38/100) e al Paul Ricard (33/100). Tutti e tre i circuiti hanno ricevuto tre stelle su un massimo di quattro.

Il ranking per ora comprende solo gli impianti permanenti di F1, non essendo stato possibile dare un valore ai circuiti stradali temporanei, e solo altri quattro tracciati sono riusciti a conquistare una stella: Silverstone, Hungaroring, Monza e Austin.

Cristiana Pace, membro della Commissione per l'ambiente e la sostenibilità della FIA e amministratore delegato di Enovation, società di consulenza sulla sostenibilità, credeva che il rapporto avrebbe aperto le porte al cambiamento per favorire il miglioramento dei circuiti.

“Il Sustainable Circuits Index propone una solida valutazione della sostenibilità dei circuiti sulla base di dati divulgati, con l'obiettivo di consentire ai tracciati di confrontarsi a vicenda e, in definitiva, di accelerare azioni e cambiamenti. Perché il tempo della vaghezza è scaduto”.

Soddisfatto anche Alexander Wurz, presidente della Grand Prix Drivers' Association che ha accolto con favore il rapporto.

"Sono molti anni che mi occupo della sicurezza e della sostenibilità delle piste come pilota, presidente della GPDA e progettista di circuiti. Se si sono fatti grandi miglioramenti in termini della sicurezza, c'è una lunga strada da percorrere nella sostenibilità degli impianti”.

condivisioni
commenti
Ferrari: il motore Superfast dispone di una nuova lega
Articolo precedente

Ferrari: il motore Superfast dispone di una nuova lega

Prossimo Articolo

Podcast: 21 luglio 2002, Schumacher come Fangio

Podcast: 21 luglio 2002, Schumacher come Fangio
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021