Il materiale Lotus è ancora a Spa sotto sequestro

condivisioni
commenti
Il materiale Lotus è ancora a Spa sotto sequestro
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
25 ago 2015, 17:52

Lotus dovrebbe pagare a breve la cifra richiesta da Pic - 750.000€ - così da riportare le E23 e materiali a Enstone

Camion e logo Lotus F1 Team sotto la pioggia
Romain Grosjean, Lotus F1 E23
Terzo posto Romain Grosjean, Lotus F1 E23
Romain Grosjean, Lotus F1 E23
Romain Grosjean, Lotus F1 E23

Non c'è pace per il team Lotus. la scuderia di Enstone si trova al centro di una disputa con l'ex terzo pilota 2014, Charles Pic, il quale si è rivolto alla giustizia ritenendo di avere un contratto ancora in essere con la scuderia britannica per l'anno corrente e, all'inizio dello scorso fine settimana, aveva minacciato di far sequestrare il materiale del team impedendo a Romain Grosjean e a Pastor Maldonado di scendere in pista a Spa.

Federico Gastaldi, vice team principal Lotus, e Matthew Carter sono riusciti a sistemare momentaneamente le cose, facendo in modo di far disputare ai due piloti della propria scuderia il Gran Premio del Belgio, con Grosjean che è addirittura riuscito a centrare il podio grazie al terzo posto alle spalle delle due Mercedes W06 Hybrid di Lewis Hamilton e Nico Rosberg.

Al termine della corsa sul tracciato di Spa, le vetture e il materiale Lotus sono finiti sotto sequestro dopo un'ordinanza dell'autorità giudiziaria belga, impedendo così al team di riportare tutto a Enstone. Il materiale da corsa si trova infatti ancora nel Paddock del circuito, con il team che aspetta il via libera per fare ritorno in Inghilterra.

Stando a quanto appreso da una fonte Lotus, la soluzione sarebbe in via di risoluzione. I vertici del team sarebbero impegnati nella compilazione delle ultime carte e del pagamento di una cifra vicina ai 750.000€ richiesti da Pic, necessari per sbloccare il materiale che nella giornata di domani dovrebbe lasciare il Belgio e fare ritorno nella factory di Enstone entro la giornata di giovedì

Prossimo articolo Formula 1
Mercedes: a cosa serve il cerchio posteriore con i buchi?

Articolo precedente

Mercedes: a cosa serve il cerchio posteriore con i buchi?

Prossimo Articolo

Monza, la pista con la più bassa tortuosità della F.1

Monza, la pista con la più bassa tortuosità della F.1
Carica commenti