Il Governo russo vuole il GP di Sochi in notturna

Trattative con Ecclestone anche per prolungare il contratto siglato nel 2010 per estenderlo oltre il 2020

Il Gran Premio di Russia, che si disputa sul tracciato di Sochi, potrebbe rimanere nel calendario di Formula 1 oltre il 2020. A rivelarlo è il sito russo tass.ru, che ha svelato così le intenzioni dei promotori dell'evento per il prossimo lustro.

Queste indiscrezioni sono poi state confermate direttamente da Dmitry Kozak, vice Primo Ministro russo, nella giornata odierna nel corso di un incontro politico assieme a Vladimir Putin. "Stiamo attualmente prendendo in considerazione di prolungare il contratto del Gran Premio di Russia con i vertici della F.1 per estenderlo oltre il 2020".

Le novità, però, non sarebbero finite qua. In ballo ci sarebbe anche lo spostamento d'orario del Gran Premio, che non sarebbe più disputato nel corso del pomeriggio, bensì in notturna. "Stiamo pensando di proporre lo spostamento della gara dal pomeriggio alla sera, uno svolgimento in notturna, per rendere il Gran Premio ancora più popolare. Stiamo facendo progressi a riguardo e abbiamo trovato disponibilità e interesse nei nostri investitori".

In un primo momento, Putin si è mostrato scettico a tal riguardo, ma poi Kozak gli ha illustrato gli esempi di Abu Dhabi e Singapore, che si sono sempre svolti nel corso della notte e hanno riscosso sempre molti consensi. Il progetto potrebbe prendere piede se Ecclestone dovesse convincersi a inserire la terza gara da disputare sotto i riflettori. Al momento, però, ha mostrato sempre e solo scetticismo.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie