Il boss di Silverstone: "La F.1 è una m...a invendibile!"

Allen lo aveva detto apertamente a Bernie Ecclestone. I rapporti tra le parti si fanno sempre più tesi

I rapporti tesi tra i promotori di Silverstone e Bernie Ecclestone potrebbero non essere legati a meri quanto importanti aspetti economici sul rinnovo del contratto per mantenere il tracciato britannico nel calendario di F.1, ma anche a recenti dichiarazioni di Patrick Allen, boss del tracciato inglese, nei confronti del Circus iridato.

Poche settimane fa Allen ha infatti ammesso allo stesso Ecclestone di "non poter vendere biglietti riguardanti un prodotto di m...a come la Formula 1". Nell'edizione 2015 del Gran Premio di Gran Bretagna, ci sono state oltre 120.000 presenze nell'intero fine settimana. Nonostante questo dato, i promotori della gara hanno ammesso che vendere i biglietti per il Gran Premio sta diventando ogni anno più complicato a causa della sempre più scandente qualità del prodotto F.1.

"Il pubblico ha sempre meno voglia di vedere processioni al posto di Gran Premi veri e propri. Come promotore devo ammettere che la F.1 è al di sotto dei nostri standard in quanto a spettacolo offerto in pista. Le persone, infatti, faticano a comprare i biglietti per venire in autodromo e assistere al fine settimana", ha dichiarato lo stesso Allen al quotidiano britannico The Indipendent

"La gente vuole venire a vedere una lotta tra gladiatori veri e non vedere piloti non attaccare chi hanno davanti a causa di strategie legate alle gomme o ai consumi, come invece accade da qualche anno a questa parte. Le nostre difficoltà sono legate anche a questi aspetti", ha terminato il promotore del Gran Premio di Gran Bretagna. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie