Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
27 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
99 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
107 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
117 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
138 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
152 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
180 giorni
02 set
Prossimo evento tra
187 giorni
09 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
222 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
279 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
288 giorni

F1: i piloti chiedono modifiche alla contestata Curva 2 di Sochi

I piloti puntano il dito contro Curva 2, teatro dell'incidente di Carlos Sainz poco dopo il via, ma anche di qualche escursione pericolosa come quelle fatte da Romain Grosjean.

condivisioni
commenti
F1: i piloti chiedono modifiche alla contestata Curva 2 di Sochi

Il Gran premio di Russia ha lasciato diversi strascichi. Uno di questi è legato alla Curva 2 dell'autodromo semi-permanente di Sochi o, per meglio dire, alla via di fuga che ogni anno viene modificata ma che crea in un modo o nell'altro polemiche e situazioni complicate che i piloti si trovano a gestire in pista.

Il caso clou del fine settimana appena trascorso è stato rappresentato dall'incidente al via che ha visto protagonista Carlos Sainz Jr. Il pilota della McLaren, resosi conto di avere un avversario all'interno, ha preferito tagliare la via di fuga, cercando di seguire il percorso obbligatorio indicato dalla segnaletica (pannelli di polistirolo in cui erano impresse frecce).

Sainz, però, ha calcolato male l'angolo d'entrata nella chicane artificiale creata nella via di fuga, ma anche la velocità. Questo lo ha portato a colpire il muro posto a pochi centimetri dalla chicane e a concludere immediatamente la sua gara.

Il pericolo, per Sainz, è legato al momento dell'impatto con il muro, ma questo poi si è esteso quando la sua McLaren - ormai senza controllo - è rimbalzata in pista. i piloti che stavano sopraggiungendo sono stati bravi a schivare la MCL35 del madrileno, ma la dinamica avrebbe potuto portare a un incidente molto brutto.

Di questo hanno parlato molti piloti al termine della gara, a partire da George Russell: "In primo luogo, quella curva non dovrebbe proprio esistere. In secondo luogo, il disegno della curva è terribile".

Daniel Ricciardo ha puntato il dito sul disegno della curva. L'australiano della Renault ha ricevuto 5" di penalizzazione in gara per essere andato oltre il cordolo dopo una staccata errata. Va detto, per altro, che Renault in quel frangente ha fatto rallentare appositamente Ocon in uscita dai box proprio per permettere a Daniel di rimanere davanti. Una penalità a dir poco incomprensibile.

"La geometria della curva è strana. La sua conformazione ti fa pensare di potercela fare praticamente sempre. Pensi di poterla fare in tutti i casi. Se però sei leggermente fuori traiettoria non c'è modo di poter tornare indietro".

"Non a caso ho preso 5" di penalità. Quando ci sono arrivato in quel momento ho pensato che avrei potuto prendere la penalità. Tutti i piloti si sono fatti sentire per com'è fatta quella curva. Penso si possa avere una curva differente, che comunque lasci fare sorpassi".

Michael Masi, direttore di gara della F1, ha ammesso le difficoltà nell'affrontare quella curva da parte dei piloti: "La Curva 2 è una di quelle che ogni anno ha rappresentato sfide differenti. Si risolvono le cose in un modo, ma si ha un impatto differente".

"Per questo stiamo cercando di trovare la soluzione migliore. Credo che abbiamo trovato un modo, una soluzione ragionevole. C'è un margine di miglioramento? Sì, c'è sempre un margine di miglioramento".

"Usare la ghiaia? Non è una soluzione valida ovunque. Rimane il fatto che sia difficile trovare una soluzione unica che si adatti a tutte le soluzioni per quella curva. Quindi continueremo a studiare la cosa e a capire come poter fare per migliorare le cose".

Bottas: "A chi mi critica dico sapete che dico? Vaff..."

Articolo precedente

Bottas: "A chi mi critica dico sapete che dico? Vaff..."

Prossimo Articolo

REPORT LIVE: Commentiamo CON VOI F1 e MotoGP

REPORT LIVE: Commentiamo CON VOI F1 e MotoGP
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Russia
Autore Giacomo Rauli
Top 5: le cinque migliori McLaren della storia Prime

Top 5: le cinque migliori McLaren della storia

Andiamo a scoprire quali sono state le migliori 5 monoposto di Formula 1 realizzate da McLaren

Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata Prime

Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata

Il 2021 rappresenterà la stagione dell'ennesimo cambiamento per Daniel Ricciardo dopo aver concluso una sterile avventura in Renault, ma la scelta della McLaren è stata obbligata per mancanza reale di alternative al vertice?

La storia di... Lewis Hamilton Prime

La storia di... Lewis Hamilton

Con sette titoli iridati, è amato quanto temuto per la sua impeccabile bravura al volante nell'era moderna dei motori mondiali. Lui è Lewis Hamilton, un personaggio figlio del suo tempo, icona e leggenda vivente della Formula 1 e portabandiera di ideali e messaggi positivi. Ripercorriamo la sua storia

Formula 1
25 feb 2021
Come Albon vuole lottare per uscire dal limbo della Red Bull Prime

Come Albon vuole lottare per uscire dal limbo della Red Bull

Alex Albon ha affrontato i media per la prima volta da quando ha perso il suo sedile in Red Bull alla fine del 2020, costretto così a lasciare la Formula 1. In passato ha già risalito la china dopo una battuta d’arresto, quindi ecco cosa deve fare per ritornare.

Formula 1
24 feb 2021
Red Bull RB16B: il motore Honda sarà una sorpresa Prime

Red Bull RB16B: il motore Honda sarà una sorpresa

Red Bull decide di evolvere i concetti già visti nel corso del 2020 per la sua RB16B, vettura che verrà affidata a Sergio Perez e Max Verstappen per la stagione 2021 di Formula 1. Andiamo a scoprire tutti i dettagli tecnici e sportivi del team di Milton Keynes

Formula 1
24 feb 2021
McLaren stretta un azzardo dopo l'esperienza size zero? Prime

McLaren stretta un azzardo dopo l'esperienza size zero?

Con l'adozione della power unit Mercedes la MCL35 ha potuto beneficiare di un impianto di raffreddamento più efficiente che ha permesso di ridurre le masse radianti e, quindi, le pance. A Woking, però, la storia recente insegna che hanno spesso esagerato con soluzioni estreme che hanno causato problemi di affidabilità. E non è detto che un trapianto di motore su una monoposto esistente risulti facile al primo colpo.

Formula 1
23 feb 2021
Giovinazzi: tutto quello che serve per continuare in Formula 1 Prime

Giovinazzi: tutto quello che serve per continuare in Formula 1

Antonio Giovinazzi si gioca in questa stagione la sua permanenza in Formula 1. Cerchiamo di capire da chi si deve guardare il pilota di Martina Franca, quali possono essere i possibili scenari futuri e come può garantirsi una riconferma per i prossimi anni.

Formula 1
23 feb 2021
Alfa Romeo C41: evoluzione nel segno della continuità Prime

Alfa Romeo C41: evoluzione nel segno della continuità

L'Alfa Romeo C41 non è certamente tra le monoposto più rivoluzionarie della storia della Formula 1. A livello visivo, l'unica vera grande modifica riguarda il muso anteriore, ora più snello anche se non così estremo per concezione. L'ombra della C39 della passata stagione è molto presente sulla monoposto 2021

Formula 1
23 feb 2021