Horner: "Max in pole nonostante la potenza Honda"

Il team principal della Red Bull ha riconosciuto il merito di Max Verstappen nella conquista della pole position nel GP di Abu Dhabi e quello della squadra di Milton Keynes, ma Christian non ha risparmiato una frecciata alla Casa giapponese, sottolineando l'indubbia mancanza di potenza del motore nei confronti con la power unit Mercedes.

Horner: "Max in pole nonostante la potenza Honda"

È un giorno di festa nel box Red Bull. All’ultimo colpo disponibile Max Verstappen è riuscito a far suo un risultato inseguito per tutta la stagione, ovvero la conquista della pole position.

Pochi minuti dopo la bandiera a scacchi, Christian Horner ha distribuito i meriti dell’impresa, ad iniziare da Verstappen, per poi passare al lavoro della squadra. A sorpresa sono mancate parole d’elogio per la Honda, anzi, quando ha nominato la Casa giapponese quella del team principal della Red Bull non è stata proprio una carezza.

“La pole di Max è decisamente meritata – ha spiegato Horner a F1TV – ha messo insieme un giro fantastico. È risultato il secondo più veloce nel primo settore, il terzo nel secondo settore, e ancora il secondo nel settore finale. Ha messo insieme il suo giro e ce l’ha fatta, quindi una prestazione incredibile da parte sua”.

Poi Horner ha reso omaggio al lavoro della squadra. “La Mercedes è sempre stata dominante – ha spiegato – hanno avuto un ritmo fenomenale per tutta la stagione. Per riuscire a batterli, con la potenza della Honda, e portare quella macchina in pole position…”.

Nulla a che vedere con le dichiarazioni al vetriolo dei tempi della collaborazione con la Renault, ma ancora una volta è mancata l’eleganza che ci si aspetta soprattutto nei giorni migliori.

Horner ha molto probabilmente detto la verità, ovvero che la Honda non ha ancora i cavalli che garantisce la Mercedes nel giro di qualifica, ma in una situazione come quella in cui oggi si trovano Red Bull ed Alpha Tauri (di fatto ancora senza una power unit per la stagione 2022) il messaggio lanciato non è proprio d’aiuto se l’obiettivo è quello di accaparrarsi nuovi partner.

Sono ormai trascorse sette stagioni da quando la Red Bull ha iniziato a lamentarsi della carenza di potenza con cui deve fare i conti nei confronti degli avversari di vertice, ed è un dato certo.

Non è questione di sostanza (perché la carenza di cavalli c’è stata davvero) quanto di atteggiamento, e forse quest’ultimo aspetto non è secondario al persistere del problema. La capacità del team Red Bull di portare in pista monoposto impeccabili, spesso il riferimento tecnico nel paddock, è innegabile e davanti agli occhi di tutti, ma è anche innegabile che in sette stagioni la Red Bull non è stata in grado di risolvere un problema che si trascina ormai dal 2014. E la colpa non è detto che sia tutto al di fuori della sede di Milton Keynes.

condivisioni
commenti
Ferrari: Leclerc paga una coperta troppo corta
Articolo precedente

Ferrari: Leclerc paga una coperta troppo corta

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: Verstappen brilla con la Pole di Abu Dhabi

Fotogallery F1: Verstappen brilla con la Pole di Abu Dhabi
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021