Honda: omologato il super-motore a... vita corta

In vista del GP del Giappone la Casa nipponica ha fatto omologare a Red Bull e Toro Rosso un motore che deve durare solo due gare. Verstappen è stato il più veloce nelle libere svettando anche nel tratto più veloce di Sochi. E' solo benzina o ci sono nuovi sviluppi sullo Step 4?

Honda: omologato il super-motore a... vita corta

Quando alla vigilia del weekend di Sochi la Honda ha ufficializzato la sostituzione delle power unit utilizzate da Toro Rosso e Red Bull, in molti si sono chiesti il motivo che ha portato ad una decisione a sorpresa, visto che comporta un Gran Premio di Russia tutto in salita a causa delle penalità sa scontare sulla griglia di partenza.

Tutti i piloti motorizzati dalla Casa giapponese non erano al limite del chilometraggio, anzi, le power unit già omologate avrebbero consentito di andare avanti ancora per parecchie gare.

Quello di Sochi è però il Gran Premio che precede la gara di casa (per la Honda) a Suzuka, ed è sembrato subito chiaro che dietro la decisione ci sia la volontà da parte della Casa giapponese di non rischiare di incappare in penalità nel weekend più atteso dell’anno. Ma non è tutto...

La seconda ragione è apparsa chiara in pista, ed è stata anche confermata da Christian Horner, che dopo la sessione FP2 ha parlato di uno step importante per la Honda.

 

I giapponesi hanno portato in pista un’evoluzione dell’unità endotermica, che ufficialmente resta ‘spec 4’, ma in realtà è adattata all’utilizzo di un nuovo carburante ExxonMobil. Sembravano modifiche marginali, ma i riscontri odierni e soprattutto i sorrisi degli uomini Red Bull hanno confermato che in realtà un’evoluzione tutt’altro che trascurabile c’è stata.

La prima posizione ottenuta oggi da Verstappen nella simulazione di qualifica è arrivata grazie al prevedibile miglior crono nell’ultimo settore, abbinato però anche al miglior tempo ottenuto nel primo tratto, ovvero un lungo rettilineo prenotato dalla Ferrari come terreno di caccia.

Le due rosse si sono effettivamente confermate velocissime, e la Mercedes più vicina in quel tratto (quella di Hamilton) ha rimediato 0”225 da Leclerc. Ma a sorpresa è stato Verstappen ad ottenere il miglior crono assoluto, mettendo tra sé e Hamilton nel tratto in questione 0”278.

C’è chi ha giustificato questo exploit con l’utilizzo di un motore fresco, chi ha attribuito al nuovo carburante parte importante dei progressi, ed anche chi ha ipotizzato che la Honda possa aver realizzato un’unità endotermica più spinta, già pianificata per un chilometraggio limitato rispetto alla percorrenza ordinaria, montata qui a Sochi in vista del Gran Premio del Giappone.

Leggi anche:

In attesa di scoprire i motivi dietro la scelta degli ingegneri giapponesi, c’è da prendere atto di un Verstappen che (penalità a parte) punta nel Gran Premio di Russia ad un ruolo da protagonista.

Le Red Bull spera ancora nella pioggia, ma questa volta non per limitare il gap motoristico, quanto per aumentare le possibilità di variabili che possano favorire la rimonta di Verstappen.
“È stata una giornata piacevolmente a sorpresa – ha commentato Max - dopo il nostro difficile weekend a Singapore abbiamo lavorato molto per capire cosa è andato storto, e questo fine settimana sta iniziando in modo differente".

"Nell’ultimo settore siamo andati molto bene, ma anche nel primo, siamo stati competitivi. Già il motore precedente (montato a Monza) mi era subito sembrato più potente, e anche oggi il feeling è stato positivo. Ma ovviamente è solo venerdì, aspettiamo per giudizi definitivi”.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
1/8

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda speaks to the media

Toyoharu Tanabe, F1 Technical Director, Honda speaks to the media
2/8

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Una Red Bull Honda nel garage

Una Red Bull Honda nel garage
3/8

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing
4/8

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso, fermo in FP1

Daniil Kvyat, Toro Rosso, fermo in FP1
5/8

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso, fermo in FP1

Daniil Kvyat, Toro Rosso, fermo in FP1
6/8

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14

Daniil Kvyat, Toro Rosso STR14
7/8

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Toro Rosso STR14, dettaglio dell'ala posteriore

Toro Rosso STR14, dettaglio dell'ala posteriore
8/8

Foto di: Giorgio Piola

condivisioni
commenti
Clamoroso: la McLaren vuole i motori Mercedes per il 2021!

Articolo precedente

Clamoroso: la McLaren vuole i motori Mercedes per il 2021!

Prossimo Articolo

Leclerc: "Bene il passo gara, dobbiamo migliorare la qualifica"

Leclerc: "Bene il passo gara, dobbiamo migliorare la qualifica"
Carica commenti
Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello Prime

Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello

Vettel è stato squalificato dal GP d'Ungheria per non aver avuto il litro necessario nel serbatoio a fine gara. Aston Martin medita il ricorso puntando il dito contro le pompe d'aspirazione del carburante usate in verifica. Ecco cos'è successo nel weekend e cosa potrà succedere nelle prossime ore...

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale Prime

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale

Andiamo a ripercorrere tutte le emozioni del Gran Premio di Ungheria nella nostra ricostruzione grafica. Dopo il caos della prima partenza e l'indecisione della Mercedes nel cambiare gomme ad Hamilton, l'inglese si è lanciato nella rimonta che lo ha portato al terzo gradino del podio

Formula 1
2 ago 2021
Minardi: "Alonso un maestro, Bottas e Stroll disastrosi" Prime

Minardi: "Alonso un maestro, Bottas e Stroll disastrosi"

Il Gran Premio d'Ungheria, oltre alle sorprese e ai colpi di scena continui, ha regalato tanti promossi e altrettanti bocciati. Ecco le pagelle del weekend ungherese stilate e commentate da Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi.

Formula 1
2 ago 2021
Bobbi: "Ora Verstappen è mentalmente sottoterra" Prime

Bobbi: "Ora Verstappen è mentalmente sottoterra"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano il Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 dove si può essere invertita l'inerzia del Mondiale. Lewis sta lontano dai guai e, nonostante strategie discutibili, chiude terzo. Verstappen, invece, è vittima di un secondo incidente e chiude in decima posizione

Formula 1
2 ago 2021
Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon" Prime

Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentato il Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

Formula 1
1 ago 2021
GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max Prime

GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position numero 101 della carriera in occasione del GP d'Ungheria. L'inglese scatta davanti al compagno di team, Valtteri Bottas, mentre Max Verstappen è terzo: ma attenti all'olandese, che partirà con gomma Soft...

Formula 1
1 ago 2021
Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste" Prime

Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste"

In questa puntata di Piloti Top Secret, andiamo ad analizzare le qualifiche del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu. Lewis Hamilton conquista la pole numero 101 della carriera davanti al compagno Mercedes Valtteri Bottas ed alla Red Bull di Verstappen

Formula 1
31 lug 2021
Piola: "Le scelte tattiche Red Bull sono di chi si sta difendendo" Prime

Piola: "Le scelte tattiche Red Bull sono di chi si sta difendendo"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano il sabato di qualifica del Gran Premio d'Ungheria, caratterizzato da giochi di nervi e tattiche...

Formula 1
31 lug 2021