Honda col terzo motore: problema elettrico per Verstappen

Toyoharu Tanabe, direttore tecnico Honda F1, ha spiegato quali sono state le cause che hanno determinato il rallentamento di Max Verstappen prima del crash alla Luco dopo che era rimasto invischiato nel gruppo: "La perdita di potenza non riguardava il motore, ma un combinato fra l'impianto elettrico e i software che abbiamo modificato". In Russia l'olandese avrà la terza unità concessa nella stagione 2020.

Honda col terzo motore: problema elettrico per Verstappen

Due ritiri di fila a Monza e al Mugello causati da problemi alla power unit Honda hanno messo allontanato Max Verstappen dalla lotta per il mondiale. Il pilota olandese l’ha presa molto male non celando il suo disappunto dopo lo stop in Toscana.

I tecnici giapponesi hanno analizzato cosa è accaduto al via della seconda gara italiana, cercando di capire cosa avesse provocato la perdita di potenza della power unit che ha fatto risucchiare Verstappen nel gruppo prima che rimanesse invischiato nell’incidente con Pierre Gasly alla Luco.

La Honda ha apportato delle modifiche all'impianto elettrico e al software dei suoi motori RA620H per evitare il ripetersi dei guai dopo aver constatato che il problema emerso non era correlato ai componenti principali del motore, né ai due motori elettrici (MGU-H e MGU-K).

Toyoharu Tanabe, direttore tecnico Honda F1, ha spiegato: "La nostra priorità è stata quella di analizzare attentamente il motivo del ritiro di Max al Mugello. La nostra indagine ha rivelato che il problema è stato causato da diversi fattori combinati e siamo stati in grado di applicare delle contromisure per garantirci che l'errore non si ripeta".

La Honda, comunque, introdurrà in Russia il terzo motore che adotta le modifiche concesse solo per ragioni di affidabilità, dal momento che le unità sono congelate. Va ricordato che il propulsore giapponese è andato in crisi dopo che la FIA ha introdotto la mappa unica, un provvedimento che secondo alcuni doveva colpire la Mercedes e, invece, ha penalizzato i nipponici.

condivisioni
commenti
Sochi, track limits: Curva 2 è lo spauracchio in qualifica
Articolo precedente

Sochi, track limits: Curva 2 è lo spauracchio in qualifica

Prossimo Articolo

Raikkonen: "Barrichello? I record non mi interessano"

Raikkonen: "Barrichello? I record non mi interessano"
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021