Formula 1
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
07 mag
-
10 mag
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
112 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
154 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
168 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
182 giorni

Hamilton sbotta: "Resto in Mercedes, non sogno altro"

condivisioni
commenti
Hamilton sbotta: "Resto in Mercedes, non sogno altro"
Di:
21 apr 2020, 07:24

L'esa campione del mondo ha voluto spegnere le residue speranze di chi lo vorrebbe in Ferrari al posto di Vettel. Lewis ha pubblicato un tweet nell quale professa la sua fedeltà alla Stella e la sua volonta di restare in quello che considera il suo dream team.

Provocato, punzecchiato, stuzzicato. È dalla fine del Mondiale 2019 che una frangia dei media britannici (non specializzati) ha preso di mira Lewis Hamilton (e coinvolto Sebastian Vettel) chiedendo a gran voce il passaggio a Maranello del sei volte campione del Mondo.

A Vettel da tempo vengono poste domande del tipo “Ormai sei il secondo pilota: che farai?”, mentre a Lewis viene sottolineato come il presunto ritardo del rinnovo con la Mercedes sia un chiaro indizio della sua volontà di passare alla Ferrari.

Quando il 23 dicembre è stato ufficializzato il prolungamento del contratto di Charles Leclerc con il Cavallino fino al termine della stagione 2024, le intenzioni della Ferrari sono diventate più chiare: il monegasco è l’uomo su cui a Maranello puntano nel lungo periodo, poi si vedrà.

Tutto finito? Neanche per sogno. Alla presentazione della SF1000 Vettel è stato bersagliato nuovamente (non tanto sul rinnovo in sé, ma sul lasciare il sedile a Hamilton), ma dopo altri due mesi dal ‘launch’ della monoposto 2020 nel teatro Valli di Reggio Emilia, anche agli ultimi irriducibili il quadro è iniziato ad apparire chiaro.

C’è stata però ancora una coda a questa storia, ed è quella che alla fine ha fatto sbottare Hamilton. In un articolo apparso ieri sul britannico “The Sun”, sono state riportare le dichiarazioni rilasciate la scorsa settimana da Vettel, nelle quali si mostra ottimista sulle possibilità di arrivare al rinnovo con la Ferrari. Il titolo? “I sogni di Lewis Hamilton di approdare in Ferrari con un contratto da 70 milioni di euro (a stagione) si infrangono davanti al rinnovo di Vettel”.

Un po' troppo per Lewis, che in un post Instagram ha detto la sua:
“Per prima cosa non c’è alcun sogno infranto con un'altra squadra, perché sono già in un dream-team. Seconda cosa: non ho alcuna intenzione di lasciare la squadra di cui faccio parte, è un gruppo che mi ha supportato dal primo giorno, e siamo il team migliore”.

Le intenzioni di Hamilton sono chiare da tempo, così come lo sono quelle delle Ferrari, che qualora non riuscisse a trovare l’accordo con Vettel (mai dire mai…) ha già pronta la lista dei possibili sostituti: in prima fila Daniel Ricciardo e Antonio Giovinazzi, subito dietro Carlos Sainz.

C’è stato poi un piccolo giallo poco dopo la pubblicazione del post di Hamilton, perché qualche ora dopo lo stesso Lewis… lo ha rimosso. È probabile che possa essere stato un suggerimento dell’ufficio stampa Mercedes, consiglio giusto, tra l’altro, visto che siamo davanti al classico caso in cui la replica amplifica in modo esponenziale la visibilità della provocazione.

Scorrimento
Lista

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, in conferenza stampa

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, in conferenza stampa
1/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

I tatuaggi sulle mani di Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1

I tatuaggi sulle mani di Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1
2/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Tifosi della Red Bull Racing, di Lewis Hamilton e McLaren

Tifosi della Red Bull Racing, di Lewis Hamilton e McLaren
3/13

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
4/13

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Fan di Lewis Hamilton

Fan di Lewis Hamilton
5/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 nel garage

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 nel garage
6/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
7/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1
8/13

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, steringe la mano a Charles Leclerc, Ferrari

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1, steringe la mano a Charles Leclerc, Ferrari
9/13

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 EQ Power+
10/13

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Dettagli livrea Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

Dettagli livrea Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
11/13

Foto di: Mercedes AMG

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 EQ Power+

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 EQ Power+
12/13

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 in conferenza stampa

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 in conferenza stampa
13/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Prossimo Articolo
GP d’Italia a rischio dopo 70 anni: scopriamo perché

Articolo precedente

GP d’Italia a rischio dopo 70 anni: scopriamo perché

Prossimo Articolo

Ricciardo: "Non mi sento di escludere un mio ritorno in Red Bull"

Ricciardo: "Non mi sento di escludere un mio ritorno in Red Bull"
Carica commenti